Addio alle date di scadenza su decine di prodotti: inizia la lotta agli sprechi alimentari

MeteoWeb

Stop alle avvertenze ‘best before…’ (‘consumare prima del…’) su decine di alimenti presenti negli scaffali dei supermercati Tesco, la principale catena di grande distribuzione del Regno Unito. Ad annunciarlo è stata la stessa azienda che ha deciso di operare, nel rispetto delle norme nazionali, allo scopo di limitare gli sprechi e l’abbandono tra i rifiuti di cibo ancora commestibile. Ad essere interessati dal provvedimento saranno il 70% dei prodotti freschi preconfezionati della linea Tesco. Prodotti per i quali la data di ‘scadenza’ fa riferimento solo a un possibile deterioramento delle proprietà organolettiche, senza nessuna controindicazione per la salute di chi li consumi successivamente alla data riportata sulla confezione. Mentre non saranno ovviamente eliminate le avvertenze ‘da consumare entro…’, obbligatorie per quegli alimenti che consumati dopo una certa data diventano anche meno sicuri in termine di salute per i consumatori.

Gli enti britannici preposti al controllo e le associazioni di consumatori hanno emanato raccomandazioni contraddittorie al riguardo, soprattutto nell’ultimo periodo. Inizialmente invitavano a ridurre gli avvertimenti tassativi ‘da consumare entro…’, ovviamente nei casi non necessari, favorendo i ‘consumare prima del…’. In considerazione degli equivoci dovuti a questa dicitura, con numerosi consumatori che finiscono spesso per considerare la data consigliata come una scadenza vera e propria, si è deciso di eliminarla del tutto.