Ricerca: ecco quante ore di attività fisica al mese migliorano le funzioni mentali

MeteoWeb

Una ricerca condotta presso il Berenson-Allen Center for Noninvasive Brain Stimulation del Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston, pubblicata su “Neurology: Clinical Practice” ha rilevato che almeno 8,6 ore di esercizio fisico al mese, praticato con costanza, per almeno sei mesi di seguito, potrebbe cambiare il corso dell’invecchiamento cerebrale.
Numerosi studi hanno scoperto una correlazione tra pratica di esercizio fisico e funzioni cognitive, ma nessuno finora aveva indicato come sfruttare al meglio il movimento a beneficio del cervello, dando indicazioni pratiche.

Sono stati studiati dati relativi a oltre 11 mila individui di età media 73 anni, in parte sani, in parte con declino cognitivo lieve, in parte con una demenza già diagnosticata: si è così rilevata una correlazione tra una pratica complessiva di 52 ore di attività fisica nell’arco di sei mesi e un miglioramento della velocità del cervello. Non è rilevante la quota settimanale di esercizio, ma è fondamentale la continuità: allo stesso modo non è importante la tipologia di esercizio fisico, tutti sono benefici per le funzioni mentali.