Cambiamenti climatici: con l’obiettivo di 1,5°C un risparmio di 30mila miliardi di dollari

MeteoWeb

Uno studio della Stanford University, pubblicato su Nature, ha rilevato che se si riuscisse a realizzare l’obiettivo più ambizioso dell’Accordo di Parigi sul Clima, cioè mantenere il riscaldamento globale entro 1,5°C dai livelli pre-industriali farebbe risparmiare al pianeta, entro la fine di questo secolo, 30mila miliardi di dollari, con conseguenti benefici al 90% della popolazione globale.
Il costo di questo sforzo sarebbe di appena 500 miliardi di dollari al 2030. Se invece, in assenza di provvedimenti, dovesse realizzarsi il temuto riscaldamento di 3°C alla fine del secolo, secondo i ricercatori di Stanford ciò costerebbe “il 5-10% del Pil, decine di migliaia di miliardi di dollari“.

L’aumento delle temperature è motivo di preoccupazione anche perché danneggia l’economia, a causa dei danni provocati degli eventi estremi: ciò, secondo gli esperti di Stanford vale per il 71% degli Stati al mondo, dove vive il 90% della popolazione.