Cellulite: ecco come eliminarla attraverso l’alimentazione

MeteoWeb

La cellulite è il nemico per eccellenza delle donne, un fastidioso grasso che forma piccole fossette in determinate parti del corpo. Per molte donne rappresenta un vero e proprio disagio in particolar modo quando si indossano i pantaloni corti o il costume da bagno durante la stagione estiva. Tale disturbo può essere accentuato da vari fari fattori quali:

  • sedentarietà
  • cattiva alimentazione
  • fumo e alcool
  • stress
  • difficoltà intestinali

Anche i vestiti troppo stretti e le calzature scomode favoriscono la ritenzione idrica e contribuiscono ad alterare la microcircolazione del tessuto adiposo favorendo inoltre un accumulo di tossine. Per contrastare questi inestetismi della pelle è innanzitutto necessario evitare tutti i fattori che la determinano, inoltre è importante seguire una alimentazione che riesca a combattere il fastidioso effetto della pelle a buccia d’arancia. Molti cibi, infatti, sono un mix di minerali e vitamine dalle proprietà drenanti, che favoriscono il microcircolo e impediscono l’assorbimento dei grassi e il deposito di tossine, efficaci contro la ritenzione idrica. Secondo il  il dottor Giuliano Ubezio, dietista, è molto utile utilizzare al posto del sale erbe e spezie per dare sapore ai cibi, evitare prodotti in scatola e in salamoia, bere molta acqua che aiuta ad eliminare i liquidi in eccesso, e soprattutto mangiare tanta frutta e verdura, ricche di antiossidanti e di acido ascorbico che protegge i capillari. Inoltre, tra i cibi anticellulite ci sono: il pompelmo rosa, ricco di vitamina C che migliora la circolazione, la mela rossa perché ricca di antiossidanti, meglio se mangiata con la buccia che contiene piruvato (riduce la ritenzione tonificando e riducendo l’assorbimento dei grassi), l’ananas che favorisce la diuresi perché ricca di enzimi ed antiossidanti, il mirtillo e l’ippocastano che proteggono il microcircolo. Melone, anguria, pesche e fragole sono ottime per favorire la diuresi. Per quanto riguarda i cibi da evitare, in caso di infiammazioni dei tessuti colpiti, sono i cibi acidi come pomodori, peperoni e agrumi, grassi quindi difficili da digerire e raffinati come pasta, pane o prodotti da forno. In caso di infiammazioni, è consigliato  il consumo di pesce in generale ma meglio quello azzurro e frutta secca grassa come noci, nocciole e mandorle, in quanto sono cibi ricchi di omega tre ovvero di grassi polinsaturi che favoriscono la produzione di sostanze antinfiammatorie.