Vulcani: ecco gli effetti della cenere sulla salute

Anche vivendo a debita distanza dai pericoli delle esplosioni di un vulcano, c’è sempre un notevole rischio per la salute che dipende da questi “mostri” dalla potenza e dagli effetti devastanti: la cenere vulcanica. È composta da fini particelle di roccia vulcanica frammentata, in grado di irritare polmoni, occhi e vie respiratorie. Per questi e altri motivi che vi illustreremo in seguito, bisognerebbe evitare l’inutile esposizione alla cenere vulcanica.

In alcune eruzioni, le particelle di cenere sono così fini da raggiungere i polmoni. Con un’alta esposizione, anche le persone sane accuseranno fastidi nella zona del petto e un aumento di tosse e irritazione. Norman Edelman, consulente scientifico dell’American Lung Association, ha spiegato: “La cenere vulcanica è pericolosa perché è sia inquinante che acida, proprio come nelle piogge acide e nell’inquinamento. Provoca sintomi come mancanza di respiro, dolore al torace, tosse, ecc., e aggrava problemi preesistenti ai polmoni, come l’asma”.

AFP/LaPresse

Le particelle di cenere irritano le vie respiratorie e le fanno contrarre, rendendo più difficile la respirazione nelle persone che già soffrono di problemi simili. Le persone che soffrono di asma, bronchite o enfisema polmonare sono quelle più a rischio. La cenere potrebbe esporre le persone affette da gravi problemi cardiaci ad un maggior rischio di infarto.

L’irritazione degli occhi diventa un problema per la salute poiché i granelli di sabbia e roccia rilasciati nell’aria possono provocare graffi molto dolorosi sull’occhio e congiuntivite. Le persone che indossano lenti a contatto dovrebbero essere quelle più consapevoli di questi pericoli e fare a meno di esse per evitare abrasioni corneali.

AFP/LaPresse

È fondamentale indossare vestiti, maschere e occhiali protettivi per far sì che il contatto con il corpo sia ridotto al minimo. La cenere vulcanica, infatti, può provocare l’irritazione della pelle, soprattutto se la cenere è acida.

Mantenere tutte le porte e le finestre chiuse, se possibile. La qualità dell’aria, la visibilità e le condizioni di guida potrebbero essere notevolmente alterate subito dopo la caduta di cenere. Quindi, se è proprio indispensabile mettersi alla guida, la raccomandazione principale è quella di mantenere una grande distanza di sicurezza dagli altri veicoli. Inoltre, le comunità colpite potrebbero subire gli effetti dello stress psicologico, soprattutto se le eruzioni provocano problemi economici e sociali.