Rarissimo ciclone subtropicale nel Pacifico sudorientale a largo delle coste del Cile

MeteoWeb

Un rarissimo ciclone subtropicale si è formato a largo della costa centrale del Cile nell’Oceano Pacifico sudorientale, diverse centinaia di chilometri a ovest delle coste del Sud America.

Il satellite EUMETSAT ha scoperto che il sistema aveva un centro di bassa pressione ben definito con venti di 65/70 km/h e un’attività temporalesca superficiale intorno, ma non nel suo centro. Questi ingredienti definiscono il sistema come una tempesta subtropicale, un sistema che presenta sia le caratteristiche dei cicloni tropicali convettivi, sia dei sistemi di bassa pressione più freddi e non tropicali che possono essere osservati sulla terra o sull’acqua alle medie latitudini.

Questo sistema si è formato in acque che avevano temperature appena sotto i 20°C, che solitamente non supportano l’attività temporalesca sufficiente a costituire un ciclone tropicale o subtropicale. In questo caso, come per molti cicloni tropicali di questa natura, c’è stato un supporto atmosferico che ha aggiunto l’instabilità necessaria per le tempeste.

ciclone subtropicale cileQuesto sistema sta ruotando in senso orario, tipico di tutte le tempeste dell’emisfero meridionale, mentre sia i sistemi di bassa pressione che quelli di alta pressione ruotano in senso opposto.

Questo sistema può essere considerato come unico nel suo genere. Non sono state documentate altre tempeste tropicali o subtropicali di questo tipo in questa area del mondo. Una delle ragioni che potrebbe fornire una spiegazione per questo riguarda le condizioni atmosferiche e oceaniche dell’area, che sono molto meno ospitali rispetto ai bacini dell’Atlantico o del Pacifico settentrionale.

Le temperature dell’acqua faticano a raggiungere valori che favoriscano sistemi come questo. Anche il wind shear (una variazione orizzontale o verticale dell’intensità e/o della direzione del vento) è tipicamente più alto nel Sud America, il che non consente lo sviluppo di cicloni tropicali alti e vigorosi. Infine, anche la mancanza di perturbazioni atmosferiche impedisce la loro formazione come nell’Atlantico o nel Pacifico.