Dieta del buonumore: come perdere 3-4 chili in 1 settimana

La dieta del buon umore punta a perdere 3-4 chili in una settimana. E’ risaputo ormai da molti studi scientifici che un buono stato di benessere del corpo e della mente è associato a una corretta alimentazione.

E se la depressione è la malattia più diffusa nel globo, la dieta del buon umore, che apporta 1100 calorie al giorno e fa perdere 3-4 chili in una sola settimana, punta a sconfiggerla, contrastando anche stanchezza, apatia, ansia e nervosismo; tutte problematiche che fanno perdere il sorriso e la gioia di vivere.

Tra gli alimenti da prediligere: verdura e frutta di stagione, cereali integrali, legumi, pesce, carne bianca, latte e uova, frutti di mare… purché i piatti siano semplici e poco conditi, evitando alcolici, superalcolici, fumo e mantenendosi fisicamente attivi. Una bella nuotata o una passeggiata all’aria aperta vi faranno ritrovare il giusto umore, alleggerendo le tensioni accumulate dopo una stressante giornata lavorativa.

Ecco un esempio di menù settimanale: LUNEDI’: a colazione: 2 fette biscottate integrali, un bicchiere di latte parzialmente scremato, un cucchiaino di marmellata di pesche o albicocche senza zuccheri aggiunti; a pranzo: 200 g di nasello al forno, radicchio rosso in insalata in quantità libera, mezzo panino; a merenda: 150 g di fragole; per cena 70 g di penne integrali ai carciofi, finocchi in pinzimonio in quantità libera, una piccola mela gialla.

MARTEDI’: a colazione 2 biscotti secchi, un bicchiere di spremuta di arancia, un cucchiaino di miele; a pranzo: 50 g di risotto con 70 g di piselli, carote al vapore in quantità libera; per merenda: 2 prugne gialle; a cena 150 g di filetto di vitello alla griglia con aromi a piacere, insalata verde in quantità libera con peperone giallo e rosso, mezzo panino integrale, un bicchiere di succo di ananas senza zucchero.

MERCOLEDI’: a colazione due fette di pane integrale, un bicchiere di latte parzialmente scremato; a pranzo 150 g di petto di tacchino ai ferri, pomodori in insalata in quantità libera con basilico, mezzo panino; per merenda un bicchiere di succo di frutta alla pera; a cena 70 g di risotto integrale allo zafferano, carciofi crudi in quantità libera, una pesca.

GIOVEDI’: a colazione 2 fette biscottate, un bicchiere di latte parzialmente scremato, un cucchiaino di marmellata d’arance; a pranzo 150 g di salmone al cartoccio con aromi, misto di cavolfiore, carote e asparagi al vapore in quantità libera, mezzo panino; per merenda: 150 g di ciliegie, a cena 60 g di spaghetti integrali conditi con un vasetto di tonno al naturale, pomodori in insalata con rondelle di cipolle rosse, 2 albicocche.

VENERDI’: a colazione 2 biscotti secchi, un bicchiere di latte parzialmente scremato, 1 cucchiaino di miele; a pranzo 70 g di pennette saltate con zucchine e melanzane, misto di insalata verde, carote e peperone giallo in quantità libera; come merenda: un bicchiere di succo di frutta alla pesca, a cena insalata di finocchio crudo, spinaci baby e gamberi (200 g), mezzo panino integrale, 2 nespole.

SABATO: a colazione 2 fette di pane integrale, un bicchiere di latte parzialmente scremato; a pranzo uno spiedino di pesce, zucchine al vapore in quantità libera, mezzo panino.; per merenda mezza banana piccola; a cena mezza pizza alle verdure grigliate senza mozzarella, una pallina di gelato alla frutta.

DOMENICA: a colazione 2 fette biscottate integrali, un bicchiere di latte parzialmente scremato, 3 cucchiaini di marmellata di lamponi; a pranzo 50 g di tagliolini ai funghi, un panino, insalata cicoria in quantità libera; per merenda un bicchiere di centrifugato di carote; a cena 60 g di crescenza con gambi di sedano in quantità libera, peperoni, zucchine e melanzane grigliate in quantità libera, mezzo panino integrale.