Le diete a digiuno intermittente possono danneggiare il pancreas e aumentare il rischio di diabete

MeteoWeb

Il diabete di tipo 2 è una crescente epidemia globale, spesso attribuita ad una cattiva alimentazione e ad uno stile di vita sedentario ed è collegato all’obesità. La glicemia, invece, è parzialmente regolata dall’ormone dell’insulina, prodotta dal pancreas. Se i livelli di insulina sono troppo bassi o il corpo diventa resistente ai suoi effetti, il diabete di tipo 2 e livelli alti di glicemia possono provocare seri problemi di salute al cuore, ai reni e agli occhi.

Oltre alle strategie mediche per curare il diabete di tipo 2, i pazienti devono anche apportare dei cambiamenti al loro stile di vita e alla loro alimentazione. Recentemente, le diete a digiuno intermittente hanno acquistato sempre più popolarità per la perdita di peso, nonostante le prove sulla loro efficacia e sui loro effetti dannosi a lungo termine siano contraddittori.

Ora, secondo i dati presentati al meeting annuale dell’European Society of Endocrinology, digiunare a giorni alterni per perdere peso altera l’azione dell’insulina, aumentando il rischio di diabete. Questi risultati suggeriscono che le diete basate sul digiuno possono essere associate a rischi per la salute a lungo termine e che la scelta di seguire questi programmi per perdere peso dovrebbe essere ben ponderata.

Studi precedenti hanno anche suggerito che una dieta a digiuno intermittente può produrre radicali liberi, che possono danneggiare il corpo a livello cellulare ed essere associati ad un’alterazione delle funzioni degli organi, a tumori e ad un invecchiamento accelerato.

I ricercatori dell’Università di San Paolo, in Brasile, sono giunti a questi risultati esaminando gli effetti del digiuno a giorni alterni sul peso corporeo, sui livelli di radicali liberi e sulla funzione dell’insulina di ratti adulti normali per un periodo di 3 mesi. Mentre il peso e il consumo di cibo dei ratti sono diminuiti come previsto, la quantità di tessuto adiposo addominale era aumentata. Inoltre, le cellule del pancreas che rilasciano insulina erano danneggiate ed è stata rilevata la presenza di un aumento dei livelli di radicali liberi e di marcatori della resistenza all’insulina.

I ricercatori commentano: “Questo è il primo studio a dimostrare che, nonostante la perdita di peso, le diete a digiuno intermittente possono danneggiare il pancreas e influenzare la funzione dell’insulina in persone sane e normali, il che può portare a diabete e gravi problemi di salute”.

Esistono diversi tipi di diete a digiuno intermittente e molte discussioni sui loro benefici e sui loro svantaggi. I risultati di questo studio suggeriscono che possono provocare danni a lungo termine e che sono necessari altri studi per valutare come possano influenzare le persone, soprattutto quelle con problemi metabolici esistenti.