Ricerca: ricostruito il DNA del virus dell’epatite B che circolava in Europa 7mila anni fa

MeteoWeb

I ricercatori dell’Istituto Max Planck per la Scienza della storia umana e dell’Università di Kiel hanno ricostruito il DNA del virus dell’epatite B che circolava in Europa almeno 7mila anni fa, analizzando campioni di denti di 53 scheletri rinvenuti in siti neolitici e medievali in Germania (i resti risalgono a un periodo che va dal 5000 a.C. al 1200 d.C.).

I ricercatori sono riusciti a individuare il virus dell’epatite B in tre soggetti: da questi sono stati recuperati genomi completi del virus, due dei quali risalgono al Neolitico e uno al Medioevo. In particolare i genomi del virus risalenti l Neolitico rappresentano i più antichi genomi del virus ricostruiti fino ad oggi, mentre quelli del Medioevo sono più simili ai ceppi moderni.