Fichi: uno scrigno di virtù, gusto e versatilità

I fichi, appartenenti alla famiglia delle Moracee, sono frutti ricchi di proprietà benefiche. Apprezzati per la loro dolcezza, sono energetici e mineralizzanti, in particolare grazie al magnesio, fondamentale per il benessere del sistema nervoso, per la costruzione delo scheletro e per il metabolismo dei grassi, e al potassio, necessario al mantenimento dell’equilibrio idro-salino e per la regolazione della pressione arteriosa.

Essi contengono vitamina k, indispensabile per la coagulazione sanguigna; vitamina B6, necessaria per la sintesi della serotonina, l’ormone del buon umore. Antinfiammatori, antiossidanti, leggermente lassativi pertanto consigliati se si soffre di stitichezza, sono antifungini, antibatterici, antitumorali, indicati contro perdita d’appetito e indigestione.

I fichi prevengono le rughe, sono indicati contro ascessi, acne, foruncoli, infiammazioni delle vie urinarie, per ridurre i livelli di trigliceridi nel sangue e per la salute del sistema cardiovascolare, oltre a purificare il fegato e a rappresentare un aiuto naturale nei casi di sterilità, disfunzione erettile e anemia. Come consumarli? Da soli, accompagnati ad un formaggio piccante o molto saporito; bolliti in padella o in pentola elettrica a cottura lenta, per accompagnare yogurt, gelati e sorbetti, oltre che per la preparazione di deliziose conserve, per insaporire pane, torte e muffin.