Più di 100 eventi in contemporanea per conoscere l’Italia: dal 23 Maggio al 3 Giugno le Giornate Nazionali delle Guide Ambientali Escursionistiche

Dal 23 Maggio al 3 Giugno l’Italia di Notte con eventi a tutte le ore, nell’ambito delle Giornate Nazionali indette dalle Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE. Ad esempio in Basilicata, a Melfi
Passeggiata, serale, lenta verso il Bosco Frasca per scoprire la Biodiversità del luogo, godere di panorami incredibili verso il Vulture e verso il castello di Melfi, ascoltare la Natura in ogni sua forma. Vicino al laghetto faremo attività Yoga integrale, si tornerà di notte. Poi, ancora in Emilia – Romagna, escursione proprio nella notte. A Faenza andremo a fare una prima perlustrazione per vedere ciò che al parco del Carnè succede. Uno spettacolo meraviglioso: la danza delle lucciole. Saremo in un parte della natura romagnola particolare con un clima caldo di giorno ma di sera potrà essere davvero fresco. Ascolteremo il rumore dei rapaci notturni e parleremo di ciò che in un periodo dell’anno anima le stelle sulla terra questi piccoli esseri: LUCCIOLE” . Lo ha annunciato oggi, Filippo Camerlenghi, Presidente Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche, nell’illustrare le Giornate Nazionali che si svolgeranno in tutta Italia dal 23 Maggio al 3 Giugno.
Nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi si estendono migliaia di ettari di foreste vetuste. Di sera, andremo alla scoperta di questi gioielli di biodiversità patrimonio UNESCO. Entreremo nel cuore della foresta di un Santuario Francescano. Tutto questo accadrà a Chiusi della Verna.

La Luna piena in Canoa
In Friuli Venezia Giulia saremo nella Riserva della Foce dell’Isonzo per un’escursione notturna in canoa – ha proseguito Camerlenghi – esattamente in canoa canadese, anche per principianti assoluti.
Andremo alla scoperta del lato notturno della riserva partendo al tramonto e ritornando con la luna piena.
La Luna la vedremo in canoa. Ed ancora, nel Lazio una suggestiva escursione serale che, partendo dal delizioso borgo di Farfa, celebre per la sua importantissima Abbazia, consentirà di raggiungere il centro storico di Fara Sabina, paesino appollaiato sul monte Bruzio, con un panorama strepitoso su tutto il territorio circostante. In Lombardia a Bolgare, proseguiremo a passo lento per gustare il tramonto e scoprire curiosità e storie di piante e animali della pianura coltivata, in un paesaggio che ci racconterà la millenaria storia del rapporto fra uomo e ambiente. Ed ancora borghi, Parchi, Riserve, Montagne, città fantasma, laghi,fiumi, coste e saremo anche sulle Isole Eolie. Tutto il programma su www.aigae.org”.

Dal 23 Maggio al 3 Giugno in tutta Italia le Giornate Nazionali delle Guide Ambientali Escursionistiche. “Riporteremo turisti nell’Italia colpita dal sisma ma entreremo in centinaia di borghi ancora non visitati e conosciuti, cammineremo da Nord al Sud e viceversa per andare alla scoperta di sentieri meravigliosi. Ed ancora panorami, la ricchezza geologica del Paese – ha continuato Camerlenghi – siti archeologici e monumenti in borghi fantasma o all’interno di Parchi di notevole bellezza.

AIGAE – LEGAMBIENTE INSIEME – NEL LAZIO L’APPIA DAY
AIGAE in collaborazione diretta con Legambiente – ha concluso Camerlenghi – promuoverà l’Italia e lo farà ancora una volta con le Giornate Nazionali delle Guide. Inizieremo il 23 Maggio in occasione della Giornata mondiale della Sostenibilità e termineremo il 3 Giugno con la Giornata Nazionale dei Piccoli Borghi, organizzata da Legambiente. Una grande kermesse che,vedrà impegnate gratuitamente le 3500 guide AIGAE su tutto il territorio nazionale che durerà, dunque, ben 10 giorni e che si svolgerà anche nell’ambito della Primavera della Mobilità Dolce indetta da A.Mo.Do. L’Alleanza per la Mobilità Dolce (A.Mo.Do.) che vede insieme tutte quelle realtà impegnate nella promozione del territorio, nasce dal desiderio delle più importanti Associazioni Nazionali di far emergere una visione unitaria della mobilità sostenibile. Ad esempio si potrà addirittura compiere una bellissima escursione lungo valli e versanti, grazie a trenini storici ed alle linee ferroviarie turistiche, raggiungendo borghi, ammirando la nostra cultura e le nostre tradizioni.

In Piemonte – spiega una nota dell’AIGAE – vedremo La più bella Colonia di Peonie selvatiche.
A Rassa, saremo fuori dal tempo, percorrendo la Val Sorba sulle tracce di Fra Dolcino nella sua ultima fuga prima della cattura, si giungerà nei pressi della magnifica colonia di peonie selvatiche (Paeonia officinalis L.) l’unica in Valsesia e senza eguali tra le rarissime in Piemonte e Val d’Aosta.

Poi, ancora in Piemonte le storie di Scalpellini Frabosani – Il Marmo Verzino per il Barocco Piemontese.
A Fabrosa Soprana. Infatti, grazie ad una facile passeggiata naturalistica andremo alla scoperta della Cava della Pradera, antico sito di estrazione del Marmo Verzino utilizzato già dal ‘600 per il Barocco Piemontese.”