Hawaii, continuano le scosse: oltre 1.200 terremoti scuotono la Grande Isola

MeteoWeb

Dalla scorsa settimana, gli abitanti della Grande Isola delle Hawaii hanno avvertito oltre 1.200 terremoti: i più deboli di magnitudo 1, mentre il più forte è stato di magnitudo 6.9. Ma cosa sta provocando tutte queste scosse esattamente?

Gli esperti sostengono che una ragione sia la pressione accumulata del magma che si sta muovendo attraverso la zona della frattura orientale del vulcano Kilauea. Attualmente, ci sono due percorsi attraverso cui il magma si sta spostando dal vulcano: uno verso sud-ovest e l’altro verso est, in direzione della suddivisione di Leilani Estates. Mentre magma e gas seguono questi percorsi verso la superficie, accumulano pressione nelle rocce, provocando il loro spostamento e, di conseguenza, la loro frattura.

terremoto hawaiiIl Servizio Geologico americano (USGS) afferma che questo accumulo di pressione e il movimento del magma provocano la maggior parte dei terremoti vulcanici. La frequenza e l’intensità di questi terremoti sono variate durante la scorsa settimana.  Alcuni sono avvenuti a distanza di ore, mentre altri sono stati separati da meno di un minuto.

Secondo l’USGS, la magnitudo più costante è stata di circa 2. Il terremoto più forte è stato registrato venerdì 4 maggio. Con una magnitudo di 6.9, è stato avvertito in tutta la Grande Isola fino ad alcune parti di Oahu. Questo è stato il terremoto più forte nello stato insulare in oltre 40 anni.

Con tutte queste scosse, sono molti i residenti che si interrogano sulla possibilità di uno tsunami. Con la scossa del 4 maggio, in realtà, un piccolo tsunami non distruttivo si è verificato lungo le coste dell’isola. Attualmente, invece, con i tremori che potrebbero continuare per un bel po’, gli esperti sostengono che la possibilità di uno tsunami è incerta.