L’inquinamento dovuto al traffico aumenta il rischio di asma nei bambini

MeteoWeb

Mentre è noto da tempo che lo smog e l’inquinamento possono portare ad attacchi di asma tra i bambini e gli adulti che soffrono della malattia, poco si sa sul ruolo che l’esposizione a lungo termine ad alcune sostanze inquinanti potrebbe svolgere nello sviluppo della malattia stessa nei bambini. Questo è stato proprio l’obiettivo di uno studio condotto dai ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center (BIDMC) e dell’Harvard T.H. Chan School of Public Health.

I ricercatori hanno analizzato i dati di 1.522 bambini dell’area di Boston tra il 1999 e il 2002 e hanno determinato la distanza tra il domicilio di ciascun bambino e la rete stradale principale più vicina attraverso tecnologie di mappatura. Inoltre, attraverso dati atmosferici provenienti dai satelliti, hanno calcolato l’esposizione giornaliera di ciascun partecipante alle polveri sottili, cioè minuscole particelle sospese nell’aria che, se inalate, si depositano nei polmoni. Le polveri sottili provengono, per esempio, dal traffico, dalle centrali elettriche e da altre fonti d’inquinamento.

inquinamento auto europaI ricercatoti hanno anche esaminato l’esposizione giornaliera dei bambini al particolato carbonioso, noto con il termine più comune di fuliggine, un componente delle polvere sottili. La fuliggine è considerata cancerogena e un potente contribuente al cambiamento climatico.

I risultati dello studio hanno dimostrato che “i bambini che vivevano a meno di 100 metri da una strada principale avevano quasi il triplo delle probabilità di avere l’asma tra i 7 e i 10 anni, rispetto ai bambini che vivevano a oltre 400 metri di distanza“, ha spiegato Mary B. Rice (BIDMC).

Che ha continuato: “L’esposizione a vita alla fuliggine e alle polveri sottili era anche collegata all’asma nella prima infanzia (3-5 anni), ma nella media infanzia (7-10 anni) queste sostanze inquinanti erano associate all’asma solo nelle bambine. I bambini più piccoli passano gran parte del loro tempo a casa rispetto ai bambini in età scolare e le loro vie respiratorie sono più piccole” e potrebbero essere maggiormente esposte ai pericoli dell’inquinamento. Questo potrebbe spiegare perché l’esposizione all’inquinamento aveva un maggior collegamento all’asma nei bambini più piccoli.

Rice, inoltre, ha sottolineato che “sarà necessario analizzare se le bambine sono più suscettibili all’inquinamento rispetto ai bambini”.