ISPRA: il 10 maggio la presentazione del Rapporto Nazionale sui pesticidi nelle acque

MeteoWeb

In Italia, solo in agricoltura, si utilizzano ogni anno più di 130.000 tonnellate di pesticidi. Concepiti per combattere organismi ritenuti dannosi, possono comportare un rischio per l’uomo e per gli ecosistemi. Il monitoraggio dei pesticidi nelle acque richiede una rete che copra gran parte del territorio nazionale, il controllo di un grande numero di sostanze e un continuo aggiornamento.

L’ISPRA presenterà il prossimo 10 maggio l’edizione 2018 del Rapporto nazionale pesticidi nelle acque, realizzato dall’ISPRA sulla base dei dati forniti da Regioni e Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente, con l’obiettivo di informare sulla qualità della risorsa idrica in relazione ai rischi derivanti dall’uso dei pesticidi e che contiene i risultati del monitoraggio delle acque interne superficiali e sotterranee svolto nel biennio 2015-2016.

L’impatto dei pesticidi sull’ambiente verrà analizzato da differenti punti di vista: quello delle Istituzioni, preposte alla governance, degli utilizzatori e delle associazioni ambientaliste, con una particolare attenzione alle relazioni ambiente-salute.