Lingua: ecco cosa svela sul nostro stato di salute

Per centinaia di anni l’analisi visiva della lingua è stata utilizzata come una sorta di efficace cartina tornasole della nostra salute. Una lingua indicativa di buona salute è  di colore rosa, con superficie uniforme   mentre va riazioni di colore e aspetto possono essere campanelli d’allarme per molte patologie. Una lingua  pallida indica un’anemia, carenza di emoglobina; una lingua secca disidratazione, problemi renali, diabete; una lingua gonfia può essere indice di infiammazioni causate da batteri o, più spesso, da virus. Una lingua gialla/verde può essere la spia di disturbi al fegato, alla cistifellea o alla milza; una con le impronte dei denti può indicare uno stato di tensione psichica e ansia; la cosiddetta lingua a fragola la scarlattina.Ed ancora: la lingua con puntini bianchi può segnalare la presenza di mughetto o di uno stato di immunodepressione; la lingua marrone è spia che si fuma troppo; la lingua asciutta di febbre, raffreddore, naso chiuso. Una lingua bianca può indicare candidosi; mentre la lingua urente (che brucia) uno stato di depressione psichica; una lingua più rossa del solito una carenza vitaminica, una lingua nera un’infezione da gungo, l’Apergillus niger; mentre quando sulla lingua compaiono piccoli crateri potrebbe esserci un’afte di natura virale.

Insomma, quando vi svegliate al mattino, ricordatevi di fare una bella linguaccia davanti lo specchio in modo da fare un’analisi del vostro stato di salute. Ricordate di adottare, anche per la lingua, un’accurata igiene quotidiana per eliminare i residui di cibo e l’alito cattivo. Utilizzate un normale spazzolino ma non quello con cui lavate i denti, una garza imbevuta di collottuorio o gli appositi pulisciligua acquistabili in farmacia.