Spedizione finita in tragedia sulle Alpi svizzere, superstite: “Sono sopravvissuto grazie all’esperienza”

MeteoWeb

Tommaso Piccioli è stato uno dei partecipanti alla spedizione sulle Alpi svizzere finita in tragedia, nella quale sono morti 5 italiani. All’ANSA, che lo ha contattato al telefono, ha assicurato: “Sto bene. Mi hanno appena dimesso dall’ospedale“.

Mi ha detto ‘sto bene’. Sono all’ospedale. E’ successa una cosa gravissima e sono sopravvissuto grazie alla mia esperienza,” ha raccontato il padre Stafano Piccioli. “Questa esperienza – racconta all’ANSA – è stata terribile. I suoi amici di Bolzano sono tutti morti“. “Lui è rimasto sveglio tutta la notte. Non so come ha fatto. Spronava anche gli altri, a muoversi a non dormire ma nel buio non li vedeva. Non sapeva dov’erano“. All’alba Tommaso e un’escursionista tedesca hanno visto due sciatori  dall’altro lato della vallata e hanno iniziato a chiedere aiuto: questi poi hanno avvisato il soccorso alpino che è arrivato con l’elicottero, che “non poteva atterrare, quindi si è calato un infermiere con il verricello e li ha portati su uno a uno“.