Astronomia: potrebbe esserci vita aliena sotto gli strati di ghiaccio delle lune?

MeteoWeb

La vita aliena potrebbe esistere al di sotto degli strati di ghiaccio di Europa, luna di Giove, e di altri mondi ghiacciati grazie all’intersezione di energia chimica proveniente dalle sorgenti idrotermali sul fondale oceanico e di antiossidanti che si diffondono da sotto la superficie, secondo quanto suggerito da un nuovo studio.

Esistono degli oceani globali al di sotto delle croste ghiacciate di corpi come Europa, Ganimede e Callisto (lune di Giove) e Encelado e Titano (lune di Saturno). A differenza degli oceani terrestri, che sono riscaldati dall’alto grazie al sole, questi corpi probabilmente sono riscaldati dal basso, dalle sorgenti idrotermali dei fondali. Una fonte potenziale degli elementi costitutivi della vita in questi ambienti potrebbero essere le reazioni chimiche tra l’acqua e il fondale o le sorgenti idrotermali. Il calore delle sorgenti idrotermali agiterebbe queste acque, spostando microbi e nutrienti verso l’alto.

encelado
Credit: NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute

Allo stesso tempo, gli elettroni carichi di energia che bombardano le superfici ghiacciate di questi mondi dai loro pianeti giganti vicini genererebbero antiossidanti, che potrebbero aiutare gli organismi a usare delle molecole come combustibili, proprio come l’ossigeno aiuta la vita sulla Terra. Con l’agitazione di queste croste ghiacciate, questi ossidanti potrebbero essere rilasciati negli oceani nascosti.

L’astrobiologo Michael Russell, del Jet Propulsion Laboratory della NASA, e colleghi suggeriscono che quando una crosta ghiacciata e un oceano nascosto si incontrano in un mondo ghiacciato come Europa potrebbero unirsi e supportare l’evoluzione della vita. Suggeriscono, inoltre, che al di sotto della crosta ghiacciata di Europa, può formarsi una debole biosfera, ossia una rete di ecosistemi.

Gli scienziati hanno fatto notare che gli strati dove ghiaccio e acqua si incontrano possono supportare un’ampia varietà di vita sulla Terra. Sotto il ghiaccio vicino all’Antartide si formano dense comunità di molteplici specie di alghe, batteri, protisti e persino invertebrati multicellulari. I ricercatori suggeriscono che su Europa i batteri potrebbero raggiungere densità paragonabili a quelle sulla Terra.