Gravidanza: i bimbi esposti al fumo rischiano problemi di udito

MeteoWeb

Una ricerca condotta su 50.734 bimbi in Giappone, da Koji Kawakami dell’Università di Kyoto e pubblicata su “Paediatric and Perinatal Epidemiology”, ha scoperto che i bimbi esposti al fumo prima e subito dopo la nascita incorrono in un maggior rischio di soffrire di disturbi dell’udito a tre anni. Il rischio raddoppia in chi è esposto sia in utero sia nei primi mesi di vita.

Dallo studio è emerso che i bimbi le cui mamme fumavano mentre erano incinte incorrono in un rischio di problemi di udito a tre anni del 68% maggiore rispetto ai bimbi mai esposti a fumo passivo; i bimbi esposti al fumo materno in età neonatale (a 4 mesi) incorrono un rischio del 30% maggiore di problemi di udito e quelli esposti sia al fumo in gravidanza sia in età neonatale fanno registrare un rischio più elevato, 2,4 volte maggiore di manifestare problemi dell’udito a 3 anni.