Il progetto MADRE lancia il network internazionale su agricoltura metropolitana e sistemi alimentari nel Mediterraneo

MeteoWeb

I partner e gli stakeholder di MADRE si sono riuniti a Villa Valmer (Marsiglia, Francia) per l’evento conclusivo del progetto. La conferenza – Agricoltura metropolitana e sistemi agroalimentari nel Mediterraneo – è stata l’occasione per presentare i risultati di MADRE ad un ampio pubblico. Durante la conferenza, due tavole rotonde hanno coinvolto esperti e vicesindaci provenienti dalle 6 aree metropolitane coinvolte con i rappresentanti di alcune delle principali organizzazioni internazionali che si occupano di agricoltura e cibo.

Il progetto MADRE – Agricoltura Metropolitana per lo Sviluppo di un Economia innovative, sostenibile e Responsabile – è stato presentato da Patrick Crézé, Direttore Sviluppo, e Manon Dieny, coordinatore di progetto, entrambi afferenti ad AViTeM. Se il Catalogo delle buone pratiche, la piattaforma digitale Agri-Madre, i White Paper e il Policy Paper rappresentano i principali risultati del progetto MADRE, la firma di un accordo d’intesa per la creazione di un network mediterraneo su agricoltura metropolitana e sistemi agroalimentari costituisce l’impegno a continuare a lavorare insieme dopo la fine del progetto.

I DELIVERABLE: PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DEL PROGETTO MADRE

Il Catalogo delle buone pratiche comprende una selezione di 36 buone pratiche di agricoltura urbana e periurbana, raccolte grazie al supporto dei 6 gruppi di lavoro metropolitani. Ulteriori iniziative sono incluse nella piattaforma online Agri-Madre. Questi strumenti vogliono coadiuvare una mappatura degli stakeholder; un consolidamento delle conoscenze acquisite nei territori; la valutazione degli aspetti economici, delle performance ambientali e sociali delle iniziative di agricoltura metropolitana; la promozione delle pratiche più rilevanti ed innovative e le opportunità di networking. I White Paper e il Policy Paper contengono l’analisi delle 6 aree di innovazione legate all’agricoltura identificate nel contesto del progetto – innovazione sociale, per gli agricoltori, territoriale, transnazionale, per la ricerca accademica e per i consumatori – e raccomandazioni per rafforzare il ruolo dell’agricoltura urbana e periurbana nelle politiche pubbliche, a livello locale e metropolitano.

LE TAVOLE ROTONDE: UN’OCCASIONE DI INCONTRO E COOPERAZIONE

La prima tavola rotonda – sulle sfide e i vantaggi della creazione di un network mediterraneo sull’agricoltura e i sistemi agroalimentari – è stata moderata da Thierry Giordano (consigliere decentralizzato per la cooperazione della FAO – Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura); oggetto del dibattito le  soluzioni per rafforzare l’agricoltura, specifiche per l’area mediterranea. Tra i relatori, François Marcadé (coordinator di CIVAM PACA), Vincent Garcés (presidente di MCAF – Mediterranean Citizens ? Assembly Foundation, social council di “World Capital of Sustainable Food 2017”, Città di Valencia) e Davide Di Martino (segretariato del Milan urban Food Policy Pact).

La seconda tavola rotonda ha coinvolto città e metropoli interessate nello sviluppo di un network mediterraneo ed è stata moderata da Xavier Tiana, segretario generale di Medcities e capo delle relazioni internazionali dell’area metropolitana di Barcellona. I relatori presenti erano i vicesindaci e i consiglieri provenienti dalla metropoli Aix Marseille, dall’area metropolitana di Barcellona, dalla Città metropolitana di Bologna, dai Comuni di Tirana, Salonicco, Neapolis-Sykies e Mouans-Sartoux.

I vicesindaci e gli stakeholder, rappresentanti delle 6 città, hanno firmato il protocollo d’intesa per la creazione di un network mediterraneo sull’agricoltura metropolitana e i sistemi agroalimentari.

OLTRE MADRE: UN NETWORK MEDITERRANEO SULL’AGRICOLTURA URBANA

Il progetto MADRE rappresenta una rete di attori impegnati nel fare dell’agricoltura una forza motrice fondamentale per lo sviluppo economico sostenibile e dà alle città una struttura sulla quale basare le loro future politiche alimentari. I partner di progetto hanno raccolto – con l’aiuto degli oltre 250 stakeholder coinvolti – circa 50 buone pratiche di agricoltura urbana e periurbana, ricavate dai lavori dei 6 gruppi di lavoro metropolitani e dei 6 gruppi di lavoro transnazionali. Tutte le città coinvolte in MADRE – Barcellona, Marsiglia, Montpellier, Bologna, Salonicco e Tirana – sono anche firmatarie del Milan Urban Food Policy Pact: questo fatto testimonia una sinergia tra le due iniziative e come l’agricoltura rappresenti una delle maggiori leve per la sostenibilità ambientale, sociale ed economica delle metropoli, e un fattore chiave per l’economia del futuro.

Dalla conferenza finale del  primo giugno è emersa l’importanza della co-progettazione di politiche agroalimentari e della transizione da un approccio topo-down a uno bottom-up, così come la necessità di creare collegamenti tra le aree rurali e quelle urbana, e tra politiche agroalimentari e socio-economiche.

La nascita di un network mediterraneo di agricoltura metropolitana e sistemi agroalimentari rappresenta l’impegno delle autorità, dei coltivatori, dei ricercatori e della società civile a lavorare insieme per la promozione di iniziative di agricoltura urbana e periurbana e di politiche che proseguano oltre il progetto MADRE.