Sigarette elettroniche: ecco come gli additivi aromatizzanti possono portare malattie cardiovascolari

MeteoWeb

C’è stato un rapido aumento dell’uso delle sigarette elettroniche, in parte dovuto agli additivi aromatizzanti nei tabacchi lavorati, in parte alla percezione di un minore pericolo rispetto alle sigarette combustibili. Numerosi studi sono stati condotti sui rischi creati dalle sigarette elettroniche ai polmoni, ma il rischio per i vasi sanguigni e l’influenza generale sul corpo da parte degli aromi sono ampiamente sconosciuti.

I pericoli derivati dalle sigarette combustibili sul sistema cardiovascolare si conoscono da decenni, ma le sigarette elettroniche sono in circolazione solo dai primi anni del 2000. Sono stati eseguiti studi per determinare se le sigarette elettroniche sono pericolose per i vasi sanguigni, ma nessuno finora aveva esaminato direttamente la tossicità degli additivi aromatizzati sui vasi sanguigni.

sigarette elettronicheOra, i ricercatori della Boston University School of Medecine (BUSM) hanno analizzato gli effetti al breve termine dei prodotti chimici aromatizzanti utilizzati nei prodotti del tabacco, come le sigarette elettroniche, sulle cellule endoteliali, ossia le cellule che rivestono i vasi sanguigni.

I ricercatori hanno notato che quando i vasi sanguigni erano esposti agli additivi aromatizzanti, le sostanze chimiche normalmente rilasciate per promuovere il flusso sanguigno diminuivano, mentre aumentava l’infiammazione. Hanno anche svelato che le cellule endoteliali dei fumatori mostravano la stessa tossicità di quelle trattate con prodotti chimici aromatizzanti.

I nostri risultati suggeriscono che gli additivi aromatizzanti sono direttamente tossici per i vasi sanguigni e hanno effetti negativi che possono avere rilevanza per la tossicità cardiovascolare a lungo termine simile a quelli delle sigarette combustibili”, ha affermato Jessica Fetterman, professoressa assistente di medicina presso la BUSM e autrice dello studio.