Mondiali, ecco perché i calciatori della Russia hanno inalato sali a base di ammoniaca: tutti i benefici per il corpo umano

MeteoWeb

Nelle ultime ore i Mondiali in Russia sono stati scossi dalla possibile notizia di doping tra i calciatori della nazionale di casa. Non è sfuggito agli occhi di molti che i calciatori russi inalassero qualcosa prima delle partite e così si è subito pensato al peggio. In realtà la spiegazione è più semplice e non allarmante: i calciatori inalavano ammoniaca. Ma a cosa serve?

I sali sono una preparazione di carbonato d’ammonio e profumo. L’ammoniaca concentrata è la fonte di un odore sgradevole e nocivo che aiuta a ridurre la debolezza e a recuperare lucidità. In uso dal XIII secolo, i sali erano fortemente raccomandati dalla Croce Rossa britannica e conservati nelle cassette di pronto soccorso delle ambulanze durante la Seconda Guerra Mondiale.

sali ammoniaca mondiali

Il loro uso è riportato anche nella medicina popolare. Per esempio, in passato, quando un paziente era privo di sensi, prima si detergevano bocca e naso per creare un ingresso libero dell’aria in queste vie e poi lo si immergeva in una vasca d’acqua calda. In seguito, si passavano i sali sotto al suo naso per farlo risvegliare. Quando inalati, infatti, i sali stimolano i sensi. Successivamente, l’odore pungente dei sali ha cominciato ad essere inalato da atleti affaticati o lottatori che avevano ricevuto molti colpi per far riprendere loro conoscenza.

Al giorno d’oggi, invece, i sali sono una composizione di ammoniaca diluita dissolta in un mix di acqua e alcol, una soluzione il cui nome corretto dovrebbe essere “spiriti aromatici di ammoniaca”. La soluzione è contenuta in una fiala di vetro che deve essere rotta per poter inalare l’odore. Così quando gli atleti avvicinano la fiala al naso, gli odori pungenti penetrano nelle narici e li rendono più carichi per il match.

Questi odori irritano le delicate membrane di naso e polmoni, il che attiva un riflesso che altera il ritmo respiratorio. I vasi sanguigni nei passaggi nasali si espandono improvvisamente, dando il via libera ad un aumento dell’ossigeno. Il maggior flusso di ossigeno al cervello riporta conoscenza e mette una persona in uno stato di maggiore allerta.

 Effetti negativi?

sali ammoniacaI sali commerciali, sia in soluzione o in capsule, soprattutto quelli con concentrazioni più alte, come quelle utilizzati dagli atleti, devono essere tenuti a 10-15 cm dal naso per evitare effetti diretti sulle cavità nasali. Anche se alcuni credono che gli atleti possano costruire una certa resistenza ai sali al punto che la ripugnanza è quasi del tutto eliminata, altri sostengono che il terribile odore derivato da dosi eccessive possa portare a mal di testa anche di forte intensità.

Finora non sono emersi problemi o rischi per la salute dal loro utilizzo. Tuttavia, ricorrere ai sali per curare uno stato di incoscienza o costringere un lottatore a combattere nonostante molte ferite alla testa può essere fatale. Questo è il motivo per il quale i sali sono vietati nella boxe, ma non lo sono nel calcio, nell’hockey o nel sollevamento pesi. Si trovano regolarmente allenatori o responsabili medici lanciare pacchetti ai loro atleti quando hanno bisogno di una “spinta”.

Per questo il medico della squadra russa si è affrettato a dire che non si tratta di qualcosa di illegale: è una pratica che nello sport esiste da anni e che può essere riprodotto da chiunque nella vita di tutti i giorni.