Come prenotare una crociera senza spendere una fortuna

MeteoWeb

Il numero di persone che scelgono come vacanza di fare una crociera aumenta di anno in anno, sia in Italia che all’estero. E aumenta anche il numero delle persone che ripetono questa esperienza. Le crociere hanno molti vantaggi: si visitano tanti posti, si ha il tempo di riposare, fare sport o semplicemente leggere e rilassarsi, si mangia molto e bene, c’è l’intrattenimento con attività serali di ogni tipo, spettacoli, bar e discoteche e, soprattutto, cosa fondamentale per molte persone, non c’è bisogno di fare e disfare di continuo le valigie durante il viaggio. Prenotare al miglior prezzo, trovare le proposte più originali e le attrazioni più particolari è naturalmente il sogno di ogni crocierista, ma non è affatto facile barcamenarsi in una miriade di offerte: praticamente tutti i mari e i grandi fiumi del mondo sono ormai attraversati dalle grandi navi. Crocierissime, il primo sito italiano interamente dedicato al mondo delle crociere, ha pensato di dare alcuni consigli utili per scegliere il meglio in questo settore e allo stesso risparmiare.

1. Prenotare con largo anticipo…
Senza dubbio la prenotazione anticipata ha molti vantaggi, sia che si tratti di un volo, di un hotel, del noleggio auto, o naturalmente di una crociera. Generalmente nel mese di gennaio tutte le compagnie offrono la cosiddetta “quindicina delle crociere”, una finestra temporale di due settimane in cui approfittare degli sconti fino al 50%. Vale la pena informarsi e, se si ha già deciso cosa fare, prenotare subito. A volte non è necessario pagare prima.

2. … Oppure aspettare l’ultimo minuto.
Quando si è indecisi sulla meta o sul tipo di nave, a volte può valer la pena aspettare fino all’ultimo minuto (anche se c’è il rischio poi di non trovare più quello che si desiderava), perché vengono fatte offerte sulle cabine che sono rimaste libere. Conviene iscriversi per ricevere le varie newsletter delle compagnie o dei motori di ricerca specializzati per restare sempre aggiornati. A volte, anche se con il last minute non si riesce a trovare il prezzo migliore, ci sono sconti e offerte di cui usufruire a bordo, per servizi extra, pacchetti bevande o escursioni incluse.

3. Essere flessibili nelle date.
Come per le prenotazioni di hotel o voli, se si hanno diversi giorni a disposizione e si è flessibili con le date è possibile ottenere prezzi migliori. È importante però essere ben informati sulla destinazione principale della crociera, l’estate e l’inverno non sono uguali ovunque, anzi, bisogna sapere se nella meta scelta c’è la stagione delle piogge o se si tratta di una zona a rischio uragani, ed è meglio considerare la temperatura del mese di viaggio. In tutti i casi, però, poter scegliere tra tante date in cui partire è sempre un vantaggio. E conviene stare alla larga da ponti o festività.

4. Consultare siti specializzati.
Ci sono motori di ricerca di crociere, come Crocierissime, che offrono vari criteri per selezionare quello che si sta cercando; ce ne è per tutti i gusti e per tutte le tasche e fasce di prezzo, consultarli è semplice e non costa nulla, in quanto non richiedono commissione. Si possono usare vari filtri per trovare ad esempio le crociere da fare con i bambini, quelle con la famiglia, le crociere all-inclusive, le mini-crociere, ecc. Oppure scegliere il porto di partenza, la destinazione, o la compagnia di navigazione, ecc.

5. Avere un ventaglio di destinazioni.
Per molti crocieristi non sono così fondamentali i luoghi che si visiteranno, quanto la vita in crociera in se’, a bordo. Per tutti questi viaggiatori, quindi, il poter decidere tra diverse opzioni è un vantaggio in più, che spesso consente di ottenere un prezzo migliore. Gli amanti delle grandi navi e del mare, ad esempio, possono approfittare delle offerte che quasi tutte le compagnie fanno quando spostano i propri giganti durante il cambio di stagione, ad esempio dal Mediterraneo ai Caraibi o al Sudamerica, o quando si stabiliscono per alcuni periodi negli Emirati Arabi Uniti.

6. Studiare le escursioni.
Tutte le compagnie offrono diversi pacchetti di escursioni nei porti di scalo. Sceglierle in anticipo ha dei vantaggi: prezzi migliori, posti garantiti, sbarco per primi, certezza di arrivare puntuali sulla nave per la ripartenza. Alcune sono imperdibili, come l’andare a Roma per chi arriva a Civitavecchia, l’escursione ad Atene per chi sbarca al Pireo o quella a Firenze o Pisa da Livorno. Altre, magari, si possono saltare oppure organizzare “fai da te”, usando un taxi o un bus, cosa facile soprattutto se si tratta di visitare spiagge o luoghi come l’Avana o Dubrovnik. Oppure si possono prenotare le stesse escursioni offerte dalle navi da crociera su Internet, scegliendo però altre compagnie affidabili e con garanzie. Ci sono anche guide non professionali che offrono piccoli tour a cifre modiche.

7. Bevande all inclusive… o no.
È risaputo che sulle navi da crociera c’è un’offerta gastronomica più che variegata a tutte le ore del giorno. Ma acquistare ogni volta le singole bevande non è conveniente, soprattutto perché le occasioni per bere qualcosa a bordo durante il giorno sono tante, sia ai pasti principali che nei bar, in piscina o dopo cena. È meglio acquistare un “pacchetto” per le bevande e di solito ce ne sono di due tipi: bevande solo durante pranzi e cene o all-inclusive a qualsiasi ora del giorno o della notte. Alcune compagnie da crociera fluviali, come CroisiEurope, includono bevande alcoliche ai loro pasti e nei bar senza alcun costo aggiuntivo. È interessante notare che quasi ogni compagnia impone il pacchetto tutto compreso quando si tratta di una prenotazione di gruppo, così come le persone che occupano una stessa cabina devono per forza usufruire tutte della formula all-inclusive anche se uno solo la richiede. Se sono inclusi tutti i tipi di bevande la convenienza è garantita e si beve molto di più.