Festival della Mente: il fascino del bosco e dei suoi figli raccontato da Giuseppe Festa e Daniele Zovi

MeteoWeb

Dal 31 agosto al 2 settembre torna a Sarzana uno degli appuntamenti culturali più attesi di fine estate, il Festival della Mente, primo festival in Europa dedicato alla creatività, che quest’anno affronterà, da diverse prospettive e punti di vista, il tema della comunità. Si parlerà di comunità come risultato di azioni e reazioni, alleanze e competizioni, non solo nel consesso umano ma anche nel mondo animale e vegetale.

Della comunità parlerà Giuseppe Festa, che nell’incontro In viaggio coi lupi, sabato 1° settembre alle 12,15 al Cinema Moderno, indagherà la complessa società dei lupi, attraverso racconti, brevi letture e brani musicali. L’esperto rifletterà su come ridare al bosco i suoi figli, animali affascinanti e misteriosi, selvaggi e fieri, un ardito progetto mai tentato prima in Italia.

Laureato in Scienze naturali, Festa si occupa di educazione ambientale. È autore di diversi libri e reportage sulla natura, tra cui il film documentario Oltre la frontiera. In uscita a ottobre per Garzanti il romanzo I figli del bosco, la storia vera di due cuccioli di lupo.

Domenica 2 settembre alle 12,15 al Cinema Moderno Daniele Zovi, camminatore infaticabile e sensibilissimo osservatore della natura, racconterà come “ascoltare il bosco”, nell’incontro Il bosco come comunità: collaborazione e interdipendenza tra le piante”: un mondo che sebbene continuiamo a tentare di controllare resterà sempre un selvaggio, vibrante spazio di meraviglia e di fascino ancora oggi difficile da cogliere e impossibile da dimenticare.

Daniele Zovi è autore di Alberi sapienti, antiche foreste edito da Utet. Dopo la laurea in Scienze forestali a Padova, per quarant’anni ha prestato servizio nel Corpo Forestale dello Stato.
Dal 2017 è generale di brigata del Comando Carabinieri-Forestale del Veneto ed è uno dei massimi esperti in materia di animali selvatici