Maltempo, violenti temporali sulle Alpi: disastro in Val Ferret per una frana su un campeggio, un morto. Chiusa la strada del traforo del Gran San Bernardo

MeteoWeb

Situazione complicata per via del maltempo in Valle D’Aosta, dove si sono verificate diverse frane. In particolare il disastro in Val Ferret nel pomeriggio ha provocato almeno un morto dopo un violento nubifragio nel territorio comunale di Courmayeur. La vittima, sorpresa dalla colata di fango e detriti mentre si trovava a bordo della propria auto che è stata trascinata via dalla corrente, è rimasta incastrata nelle lamiere della sua auto, a sua volta investita e trascinata dalla massa di fango e detriti. Il corpo non è stato ancora recuperato e quindi non è stato ancora possibile identificare la vittima.

La strada, poco prima delle 18, era molto trafficata e non e’ escluso che ci possano essere altre vittime: “Dai primi sorvoli e’ emerso il coinvolgimento di alcune auto. I soccorsi stanno operando per capire se possano esserci persone coinvolte, eventualità che purtroppo, allo stato attuale delle informazioni pervenute, non e’ da escludersi”, fa sapere la Regione Valle d’Aosta in una nota. Sono almeno due i distacchi di massi e fango segnalati lungo la Val Ferret, percorsa da una comunale e dalla vicina Dora di Ferret.

Maltempo, violenti temporali in Valle d’Aosta: situazione critica in Val Ferret [VIDEO]

In val Ferret nel pomeriggio si sono staccate due frane, una delle quali ha causato l’esondazione del torrente di un vallone laterale sotto alla localita’ di Planpincieux. La massa di fango e detriti ha investito alcune auto tra cui quella della persona deceduta. Il Soccorso alpino ha messo in salvo alcuni escursionisti che erano stati sorpresi dal temporale e la parte bassa della vallata e’ stata evacuata con con un convoglio di auto scortate dalle forze dell’ordine. La strada comunale e’ stata chiusa al traffico e in alcuni punti si e’ trasformata in un torrente. Danni sono stati segnalati nel villaggio di Meyen.

Una conseguenza inaspettata del nubifragio che si e’ scatenato intorno alle 15, e che ha portato all’evacuazione di tutta la vallata, in queste settimane affollata dai turisti: molti appassionati di trekking, ma anche diversi golfisti, che alloggiano in alberghi, campeggi e rifugi alpini. La prima frana si e’ staccata nella parte bassa della vallata, tra la localita’ di Planpincieux e quella di La Palud. L’evacuazione in quest’area e’ gia’ iniziata. Piu’ difficoltoso liberare la strada nella parte alta della vallata: qui, tra Planpincieux e Lavachey, per sgomberare la carreggiata e’ stato necessario chiamare una ruspa. Sul posto stanno operando il Soccorso alpino valdostano, il Soccorso alpino della guardia di finanza di Entreves, i carabinieri, la polizia, il corpo forestale, la polizia municipale di Courmayeur, e i vigili del fuoco della Valle d’Aosta, con il supporto del personale sanitario del 118. Un centro per sfollati e’ stato allestito al Forum Sport Center di Dolonne.

A seguito delle frane in val Ferret (Courmayeur) è stato attivato il Centro Operativo Comunale e per le richieste urgenti di informazioni da parte di cittadini e’ stato istituito il numero telefonico 0165-831358. Inoltre il Comune di Courmayeur, con il supporto della Protezione civile regionale, ha allestito al Forum Sport Center di Dolonne un centro di prima accoglienza per le persone coinvolte ed evacuate a seguito dell’evento.

Un’altra frana a Orsie’res (Svizzera) ha portato alla chiusura nei due sensi di marcia della strada che porta al traforo del Gran San Bernardo. In attesa della riapertura, prevista verso la mezzanotte, il transito nella galleria italo-elvetica e’ vietato a mezzi pesanti. Il distacco e’ avvenuto poco dopo le 17.30.