Tragedia sul Pollino, Legambiente: “C’è un regolamento che non è stato applicato”

MeteoWeb

Quello che emerge è che qualcuno, vista l’allerta meteo diramata il giorno prima, ha fatto una valutazione puntuale del rischio e si è astenuto dal correre un pericolo salvandosi grazie alla presenza di guide esperte, altrimenti sarebbe stata una strage; mentre altri non lo hanno fatto e ora bisogna capire chi sono queste guide e se erano adeguatamente preparate. Poi c’è la questione di regolamentare l’accesso a certi luoghi: lì c’è un regolamento che non è stato applicato“: lo ha dichiarato all’AdnKronos Antonio Nicoletti, responsabile aree protette di Legambiente.
Quello delle gole del Raganello “è il caso di tante situazioni italiane. Dobbiamo fare i conti con due questioni: da una parte la crescita del turismo in questi luoghi, dall’altra la consapevolezza che si tratta di luoghi delicati. La natura non è cattiva o matrigna ma bisogna conoscerla e il rischio non va sottovalutato“.