Salute, prediabete: la “preferenza per la sera” e la mancanza di sonno sono associati ad un maggior rischio di diabete

MeteoWeb

Il prediabete è una condizione in cui i livelli di glicemia sono più alti del normale ma non abbastanza da essere diabete di tipo 2. Senza modifiche alla dieta e all’attività fisica, i pazienti con prediabete corrono l’alto rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. La mancanza di sonno a sufficienza è stata già precedentemente collegata ad un maggior rischio di numerose condizioni di salute, inclusi obesità e diabete, e può letteralmente distruggere la nostra vita sociale. Anche andare a letto tardi, mangiare tardi ed essere più attivi tardi durante la giornata (la cosiddetta “evening preference”) hanno un collegamento con un peso maggiore e un rischio più alto di diabete.

Ora, un nuovo studio, guidato dalla Dott.ssa Sirimon Reutrakul, professoressa associata di endocrinologia, diabete e metabolismo dell’University of Illinois at Chicago e pubblicato sulla rivista Frontiers in Endocrinology, ha svelato che le persone con prediabete che hanno la “preferenza per la sera” hanno indici di massa corporea (IMC) più alti rispetto alle persone con prediabete che dimostrano una “preferenza per la mattina”. Secondo gli autori dello studio, gli IMC più alti tra le persone con la “preferenza per la sera” sono collegati alla mancanza di sonno a sufficienza.

Un totale di 2.133 persone ha preso parte allo studio. L’età media era di 64 anni, l’IMC medio era di 25,8 kg/m² e la durata media del sonno era di 7 ore a notte. I ricercatori hanno scoperto che per i partecipanti al di sotto dei 60 anni, i livelli più alti di jet lag sociale (grandi cambiamenti del tempo dedicato al sonno) erano associati con IMC più alti. Tra i partecipanti con oltre 60 anni di età, coloro che avevano la “preferenza per la sera” avevano IMC più alti e questi effetto era dovuto soprattutto al sonno insufficiente, ma non al jet lag sociale.

Il tempo e la durata del sonno sono potenzialmente modificabili. Le persone possono avere un orario più regolare per andare a letto e devono cercare di dormire di più, il che potrebbe aiutare a ridurre l’indice di massa corporea e il potenziale sviluppo del diabete in questo gruppo ad alto rischio”, conclude Reutrakul.