Spazio, Space Launch System: la NASA prepara le basi di lancio per i voli del futuro

MeteoWeb

Tra due giorni avrà luogo il trasferimento della rampa dello Space Launch System, il nuovo sistema di lancio della NASA, verso la base del Kennedy Space Center in Florida: la piattaforma verrà trasferita da un sito di stazionamento a nord del Vehicle Assembly Building, l’edificio per l’assemblaggio dei mezzi al Kennedy Space Center, alla base di lancio 39B, la struttura dalla quale partirà la missione. Il volo inaugurale è previsto a metà 2020, con un lancio senza equipaggio.

Dopo il debutto lo Space Launch System diventerà il più potente lanciatore al mondo: verrà utilizzato principalmente per il lancio della navicella Orion, che porterà 4 astronauti nelle vicinanze della Luna, dove la NASA vuole costruire una mini stazione spaziale permanente.

Durante il primo volo di prova verrà inviata una navicella senza equipaggio verso un punto di osservazione in un’orbita a circa 70mila km dal satellite. Successivamente, intorno al 2022, a bordo di Orion saranno presenti astronauti: l’equipaggio verrà portato in una traiettoria intorno al lato nascosto della Luna e poi sulla Terra.