Astronomia. l’arco luminoso della Via Lattea e l’osservatorio La Silla dell’ESO in Cile

MeteoWeb

In questa spettacolare immagine, scattata dall’ambasciatore fotografo dell’ESO Petr Horálek, vediamo l’arco luminoso della Via Lattea che si estende attraverso il cielo sopra l’osservatorio La Silla dell’ESO in Cile. A terra si trovano la cupola del telescopio ottico da 3,6 metri dell’ESO (sulla destra) e la parabola argentata del telescopio submillimetrico svedese-ESO (a sinistra). Anche se nel 2003 è stata ritirata per far posto agli strumenti APEX e ALMA più avanzati, l’antenna svedese-ESO sembra ancora guardare fisso il cielo, forse sperando in un’altra possibilità di esplorare i misteri dei cieli.

La Via Lattea domina questa immagine, mostrando chiaramente perché La Silla è uno dei migliori siti astronomici del mondo, famoso per i suoi cieli scuri e l’aria limpida. Sulla cima dell’arco luminoso è appeso un sorprendente elemento rosso, noto come Nebulosa di Gum. Essa, come altre regioni simili lungo la fascia della Via Lattea, è una nebulosa a emissione, dove il gas risplende a causa delle radiazioni emesse dalle vicine stelle luminose. La banda luminosa della Via Lattea è spezzata da oscuri filamenti di polvere, in cui si formano stelle, stelle che si aggiungeranno allo spettacolo nei millenni a venire.

Seduta sotto l’arco si trova una delle galassie nane compagne della Via Lattea, la Grande Nube di Magellano; sotto di essa, proprio a destra dell’antenna svedese-ESO, c’è la compagna, nota non sorprendentemente come la piccola nube di Magellano. A destra dell’immagine c’è il pianeta Giove, che brilla intensamente contro il debole bagliore del “gegenschein”, un fenomeno visto solo nei cieli più bui. Questa è una vista rara per la maggior parte delle persone, eppure un così magico spettacolo celeste è comune nei siti di osservazione astronomici come La Silla.