Allerta Meteo, FOCUS sul Ciclone Mediterraneo che provocherà maltempo estremo al Centro Sud

MeteoWeb

Allerta Meteo – Un insidioso ciclone mediterraneo, con minimo non profondo e nemmeno molto esteso, ma con vorticità al suo interno decisamente significative, è in azione sul medio-basso Tirreno. Per oggi, ma per alcuni giorni, esso insisterà su quest’area, compiendo piccoli spostamenti verso le coste campane, Sardegna e  Sicilia e disseminando piogge e temporali su molte aree.

Allo stato attuale dei dati, è verosimile che le precipitazioni più intense e insistenti si riversino in mare aperto, e questo è senz’altro un bene perché se la insistenza nell’azione dei fronti vista in mare si spostasse verso le coste, potrebbero esserci disagi e danni anche significativi.  Già fenomeni intensi sono comunque previsti anche su coste e entroterra, soprattutto su Est Sardegna, localmente in Sicilia, sui settori centro meridionali in genere, specie appenninici. Tuttavia, pare non esserci la continuità e l’insistenza prevista per essi in mare.

Intanto, riteniamo che un’allerta vada lanciata, in riferimento alle prossime 48/72 ore, per la Sardegna orientale, le isole campane di Procida, Capri, Ischia, anche quella laziale di Ventotene. Possibili fenomeni forti, specie nelle ore pomeridiane odierne, anche sulle aree appenniniche centro meridionali, queste più lontane dal minimo e con vorticità cicloniche meno intense, ma comunque con l’incentivo orografico che farà la sua parte, esaltando la convenzione e permettendo la fioritura di nubi cumuliformi importanti, responsabili di rovesci e temporali, spesso consistenti.

Possibili locali temporali forti su Appennino abruzzese, interno laziale, molisano e tra Nord Lucania, aree meridionali del Foggiano e localmente su Nord Barese. Locali rovesci e temporali anche su Centro Sud Toscana.

Sussistono condizioni di allerta su est Sardegna, dove sono attesi fino a 100/150 mm di acqua entro domattina e poi con prosieguo del maltempo fino a Venerdì. Gli spostamenti del minimo sono molto incerti ancora e dovremo seguire l’evoluzione quasi real time per vederne le mosse.

Se, come prospettato dagli ultimi dati dei modelli, il fulcro depressionario rimarrà in mare, potrebbero essere ridimensionate le piogge a carattere di nubifragio sulla terraferma, ma comunque consistenti su Est Sardegna. Se poco poco il minimo dovesse dirigersi verso l’Isola (ipotesi nella cartina a fianco) possibilità da mettere nel conto, magari le conseguenze in termini di rischio alluvionale potrebbero essere decisamente più significative per le aree orientali sarde. Per di più sferzerebbe un vento da Nord/Nordest molto forte sulle coste sarde orentali, fino a 80/100 km/h.

Seguite costantemente l’evoluzione di questo Ciclone Mediterrane, con i vari aggiornamenti che faremo nelle prossime 48/60 ore sulle nostre pagine.