Allerta Meteo Estofex: allarme nubifragi, forti venti e grandine sul Centro Italia e in alcune zone del Nord

MeteoWeb

Allerta Meteo – Pericolosa allerta meteo di livello 2 emessa da Estofex (European Storm Forecast Experiment) per il Centro Italia, il Mar Ligure, il Tirreno e l’Adriatico settentrionali valida fino alle 8 (ora italiana) di domani, 7 settembre. Il rischio principale è rappresentato da forti venti e nubifragi. Livello di allerta 1, invece, per le Alpi, la Francia meridionale e la Germania occidentale principalmente per nubifragi.

Una forte corrente a getto proveniente da ovest è posizionata sul Mediterraneo e forma una debole dorsale tra le depressioni a ovest della Penisola Iberica e sulla Turchia. Un vortice incorporato in questo flusso viaggia dalla Penisola Iberica all’Italia nella giornata odierna, giovedì 6 settembre, influenzando il Mediterraneo occidentale nel pomeriggio e alla sera. Più a nord, un debole flusso domina l’Europa, ad eccezione di un’intensa goccia fredda che si muove dalla Scozia al Mare del Nord. Attesi anche alcuni venti provenienti da sud nei livelli medi sul lato orientale della depressione dell’Europa sudorientale. A livelli inferiori, masse d’aria calda e relativamente umida sono situate su gran parte d’Europa. Aria più fresca e asciutta si diffonde dalle Isole Britanniche verso il Golfo di Biscaglia, tra la Francia e la Spagna, e verso i Paesi del Benelux. Aria relativamente fresca è presente anche sulla Scandinavia. Una zona con molta umidità si estende lungo il confine frontale dal Golfo di Biscaglia verso il Mare del Nord e gli Stati Baltici.

Mediterraneo occidentale

Una lingua prefrontale di aria calda con forti lapse rates si è diffusa sul Mediterraneo occidentale dove si sovrappone ad una grande umidità. Gli indici CAPE potrebbero superare i 2500 J/Kg secondo gli ultimi modelli GFS. Le tempeste che si sono formate nella sera di ieri, 5 settembre, lungo la costa spagnola si sono unite ad un sistema convettivo a mesoscala (MCS) attualmente in atto tra le Baleari e la costa francese. Si ritiene che questo sistema si muoverà e colpirà il Mediterraneo occidentale nella mattinata di oggi. Piogge intense e forti venti che localmente potrebbero superare i limiti più alti saranno le minacce principali. Il Mar Ligure e il Tirreno saranno colpiti nelle ore pomeridiane e serali. Il tutto dovrebbe iniziare a verificarsi in Sardegna e Corsica e le tempeste dovrebbero unirsi ad un altro MCS che si muoverà verso l’Italia centrale durante la notte. Ulteriori tempeste potrebbero formarsi sull’Appennino, diffondendosi verso est nell’area adriatica. Lo shear verticale del vento è limitato a circa 15 m/s sullo strato profondo e 10 m/s sullo strato 0-3 km. Tuttavia, considerati gli alti indici CAPE e il cambiamento locale del campo del vento, le tempeste potrebbero essere organizzate. Le minacce principali saranno rappresentate da forti raffiche di vento e nubifragi, insieme a grandine di grandi dimensioni localizzata.

Alpi meridionali

Previste tempeste durante la giornata odierna anche sul settore alpino meridionale. Con la grande umidità e il lento movimento delle tempeste, la minaccia principale è rappresentata dai nubifragi. Grandine di grandi dimensioni e forti raffiche di vento sono rischi che non possono essere esclusi.

Attenzione, dunque, al maltempo in arrivo sull’Italia centrale e settentrionale in queste ore. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale:

allerta meteo estofex centro italia 6-7 settembre