Allerta Meteo Estofex, ultime ore di maltempo: Italia centrale a rischio nubifragi e grandinate

MeteoWeb

Allerta Meteo – Estofex (European Storm Forecast Experiment) ha emanato un’allerta meteo di livello 2 per la Spagna orientale e parti del Mediterraneo occidentale principalmente per grandine di dimensioni molto grandi e forti venti. Un allerta di livello 1 circonda queste aree: i pericoli sono simili ma con minori probabilità di verificarsi. Livello di allerta 1 anche per parti dell’Europa centrale per nubifragi e isolata grandine di grandi dimensioni. Tutte le allerte sono valide fino alle 8 (ora italiana) di domani, martedì 4 settembre.

La previsione delle precipitazioni per il pomeriggio di oggi secondo il modello MOLOCH dell’ISAC-CNR

Continua un modello di blocco sull’Europa: anomalie massime positive sull’Europa settentrionale vedono numerosi vortici ciclonici di varia intensità al loro sud. Quello più importante è ancora situato a sud delle Alpi ma inizierà a spostarsi verso est durante la giornata. Nel fare questo, inizierà ad entrare nell’area di influenza di una bassa pressione in rafforzamento, posizionata sugli Stati Baltici, e si intensificherà gradualmente in un vortice dominante. Il risultato sarà un’ampia area di bassi geopotenziali dal Mar Baltico al Mar Adriatico con due distinti vortici ciclonici. Un’altra depressione a ovest della Penisola Iberica si fa già sentire su Portogallo e Spagna nordoccidentale. Una complessa interazione orografica innescherà probabilmente numerosi vortici nei livelli inferiori, con il più forte che sarà posizionato al largo del Portogallo e un altro che potrebbe emergere dallo Stretto di Gibilterra in movimento verso est.

Per quanto riguarda l’Europa centrale, con un allineamento zonale della bassa pressione e un ampliamento del vortice, un’ampia area risiede al di sotto della sua base moderatamente/molto instabile. Un debole indice CIN (energia di inibizione convettiva), l’orografia e il generale flusso ciclonico supportano un’attività DMC da sparsa a diffusa con cluster temporaleschi. Il rischio principale sarà rappresentato dai nubifragi, soprattutto sull’Italia centrale e lungo e ad est delle Alpi Dinariche. Anche isolata grandine di grandi dimensioni potrebbe essere un potenziale pericolo. A causa della natura diffusa dei temporali, gli indici CAPE saranno più incerti a causa della nuvolosità, motivo per il quale è stato assegnato il livello di allerta 1. Un altro focus per forti nubifragi esisterà lungo il fronte caldo. La sua posizione rimane variabile nei modelli globali e quindi è stata stabilita un’area di livello 1 dalla parte orientale  fino a quella nordoccidentale dell’Austria. La nuvolosità e la convezione che resiste dalla scorsa notte rende impossibile individuare un’area di maltempo estremo. In generale, però, la minaccia principale saranno le piogge, anche se non può essere esclusa la minaccia di isolata grandine di grandi dimensioni in presenza di celle più discrete. Dopo il tramonto, il rischio generale diminuirà con l’indebolimento della convezione.

Attenzione, quindi, al possibile maltempo di queste ore in Italia. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale:

allerta meteo estofex 3-4 settembre 2018