Cambiamenti climatici: appello del segretario generale ONU Guterres, “restano 2 anni per evitare effetti disastrosi”

MeteoWeb

Di fronte a diplomatici, rappresentanti di organizzazioni giovanili e funzionari delle Nazioni Unite, il segretario generale ONU, Antonio Guterres, si è impegnato ieri a mantenere le pressioni sui leader globali affinché adottino azioni contro i cambiamenti climatici di origine antropica. Il segretario ha citato i recenti disastri naturali come prova della concretezza del fenomeno, ed ha avvertito che “se non cambiamo corso entro il 2020, rischiamo di mancare il punto oltre il quale i cambiamenti climatici diventano irreversibili, con conseguenze disastrose per le persone e i sistemi naturali che ci sostengono“.
Guterres ha annunciato la convocazione di un summit sul clima a New York tra un anno.

E’ imperativo che la societa’ civile – giovani, gruppi di donne, settore privato, comunita’ religiose, scienziati e movimenti ambientalisti in tutto il mondo – ne chiedano conti ai leader“, ha esortato il segretario generale delle Nazioni Unite.
Guterres ha affermato che il mondo sta “affrontando una minaccia esistenziale diretta” e la “piu’ grande sfida” odierna: “Il cambiamento climatico sta andando piu’ veloce di noi. Abbiamo gli strumenti per rendere efficaci le nostre azioni, ma ci mancano, anche dopo l’accordo di Parigi, leadership e ambizione per fare cio’ che dobbiamo fare“. “Dobbiamo fermare la deforestazione, ripristinare le foreste degradate e cambiare il modo in cui coltiviamo. Dobbiamo anche rivedere come riscaldare, raffreddare e illuminare i nostri edifici per sprecare meno energia“.