Astronomia: deserto di Atacama, precisione millimetrica per il “Leviatano”

MeteoWeb

Il deserto di Atacama in Cile copre oltre 100.000 chilometri quadrati di territorio arido. Tuttavia, per gli astronomi che lavorano al più grande progetto astronomico da terra esistente, ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array), alcune delle misure più importanti si verificano nella scala di pochi millimetri.

L’Operations Support Facility (OSF) di ALMA si trova a un’altitudine di 2.900 metri sul livello del mare nelle Ande. Da qui, astronomi, tecnici e ingegneri possono controllare ciascuna delle 66 antenne individuali di ALMA, che si trovano oltre 2.000 metri più in alto, a 5.000 metri di altitudine, sull’altopiano di Chajnantor. Portare le antenne su questo plateau rappresenta una sfida ingegneristica.

Benvenuti dunque Otto e Lore! Queste enormi bestie arancioni – una delle quali è vista qui – sono state progettate e costruite specificamente in Germania per trasportare le antenne da 100 tonnellate dall’OSF a Chajnantor (una distanza di circa 28 chilometri). Quando arrivano, i trasportatori del leviatano posizionano ogni antenna con precisione millimetrica. Questo posizionamento incredibilmente preciso è cruciale per le operazioni scientifiche dell’array e consente ad ALMA di produrre alcune delle immagini più nitide dell’Universo.

Puoi vedere Otto e Lore in azione in ESOcast 56: Gentle Giants in the Desert.