Etna: ecco perché si è alzata l’allerta e cosa significa

MeteoWeb

Eugenio Privitera, direttore dell’Osservatorio Etneo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), ha spiegato all’AGI che “in questo momento l’Etna si trova in uno stato di potenziale disequilibrio. Non è a riposo ed è per questo che la Protezione civile ha deciso di passare al livello di allerta giallo“. “Questa decisione è arrivata in seguito a una riunione che si è tenuta lo scorso 29 agosto, in cui in base a una serie di parametri geofisici e geochimici, abbiamo concluso che il vulcano non è in perfetto stato di equilibrio“, prosegue l’esperto. “Significa che abbiamo aumentato le attività di monitoraggio e sorveglianza per seguire l’evoluzione della situazione“. “Non stiamo dicendo che si verificherà un’eruzione ma solo che abbiamo deciso di intensificare le attività di monitoraggio“.