Febbre del Nilo: confermato un caso di positività in Sardegna su un esemplare di cornacchia grigia

MeteoWeb

È stato confermata dal Centro di Referenza Nazionale di Teramo la positività al virus West Nile di un esemplare di cornacchia grigia abbattuto nel Comune di Porto Torres, in località Monti Li Casi, durante le attività di sorveglianza della malattia messe in campo dal Dipartimento di Prevenzione dell’ASSL di Sassari in collaborazione con il Settore Ambiente della Provincia di Sassari.

Si tratta delle uniche analisi positive riscontrate dal CESME su oltre 220 esemplari di cornacchia grigia abbattuti dal mese di marzo a oggi nella Provincia di Sassari – riferisce il direttore del Servizio Sanità Animale delle ASSL Sassari e Olbia, Francesco Sgarangella – e il secondo caso confermato nel territorio del Nord Ovest Sardegna, dopo la positività riscontrata su un pool di zanzare catturate all’interno della zona aeroportuale di Alghero Mentre siamo in attesa del responso da parte del Centro di Referenza di una positività confermata dai laboratori dell’Istituto Zooprofilattico di Sassari su un tacchino di un allevamento di Ardara in località Marmoriu. Di ieri – continua Sgarangella – è invece la notizia della morte di un cavallo, su cui era stato precedentemente diagnosticato un sospetto di malattia, sia su base clinica (sintomi neurologici) che su base sierologica (presenza di anticorpi specifici) nel territorio del Comune di Oschiri in località Sa Pramma. Gli esami di laboratorio sugli organi prelevati alla necroscopia chiariranno se si tratta di un caso confermato di Febbre del Nilo.

Al momento – precisa l’ASSL di Sassari – non esiste alcun caso sospetto nell’uomo nelle Province di Sassari e Olbia e tutti i test effettuati in via precauzionale nei centri trasfusionali hanno fornito esito negativo.