Indonesia: una storia affascinante e turbolenta

MeteoWeb

La storia dell’Indonesia è davvero suggestiva ed affascinante. Scopriamo le fasi salienti che l’hanno caratterizzata
Formatasi geologicamente nel Pleistocene, con l’attuale conformazione dell’arcipelago risalente al disgelo a seguito dell’ultima era glaciale, l’Indonesia risulta abitata addirittura sin dal 500 mila a.C. dall’uomo di Giava. I primi segni di civiltà compaiono nel V secolo a.C. con l’arrivo del Buddismo, mentre i primi imperi di civilizzazione (Giava e Sumatra) qualche secolo più tardi. L’Islam compare nel XII secolo, con i mercanti Arabi, prendendo il dominio di tutto l’arcipelago.
E’ poi la volta degli Olandesi e di 300 anni di dominio con la Compagnia delle Indie Orientali Olandesi, uno dei possessi coloniali più ricchi di sempre. I primi movimenti di indipendenza avvengono agli inizi del XX secolo… indipendenza ottenuta nel 1945, a fine Seconda Guerra Mondiale, con a capo Sukarno, fino al 1967. Nel 1968 viene eletto presidente Suharto, fino al 1997. Il suo regno entrò in crisi, dopo l’elezione, per le accuse di corruzione che coinvolsero la sua famiglia e i suoi stessi collaboratori, per lo stato di endemica rivolta di Timor Est e per la crisi finanziaria del Paese.

Fu la volta del suo vice Bucharuddin Jusuf Habibie, sino alla vittoria delle elezioni legislative del Partito democratico dell’Indonesia e all’elezione come presidente di Wahid, sostituito dalla popolare Sukarnoputri, figlia primogenita di Sukarno e a Yudohono, ex generale, divenuto presidente nel 2004.
Tensioni politiche, malcontenti popolari e disastri naturali non hanno di certo facilitato l’economia del paese, così come la presenza di cellule terroristiche che si rifanno alla matrice di al-Qaeda.