Maltempo, ciclone sul mar Tirreno: violento nubifragio su Roma, città in tilt per gli allagamenti [FOTO]

MeteoWeb

Il ciclone Mediterraneo posizionato sul mar Tirreno sta alimentando forte maltempo in tutto il Centro/Sud, con piogge e temporali su Sardegna, Sicilia, Calabria, Puglia e anche a Roma, dove si sono verificati Disagi alla circolazione e rallentamenti sulle strade di grande scorrimento per il nubifragio che nel primo pomeriggio si è abbattuto sulla città, scaricando tra 10 e 25mm di pioggia in tutto il centro cittadino. Le temperature sono crollate dai +27°C della tarda mattinata agli attuali +21°C. Sulla rete stradale si segnalano rami e alberi caduti e disagi, con deviazioni, ad alcuni mezzi di trasporto pubblico. Sulle linee tram 5, 14 e 19 sono stati attivati dei bus sostitutivi nel tratto compreso tra largo Preneste e Porta Maggiore a causa di un guasto ad un tram all’altezza di via Prenestina/Gattamelata. La linea bus 118 invece e’ deviata su percorsi alternativi a causa della caduta di un albero in via Appia Pignatelli. Allagamento sul tratto urbano autostradale tra Tangenziale Est e Portonaccio. Sul Grande Raccordo anulare code a tratti tra la via del Mare e Romanina e tra Ardeatina e lo svincolo per Fiumicino.

Maltempo a Roma, il Pd attacca il Sindaco Raggi

“È bastato un temporale estivo affinché Roma si trasformasse, per l’ennesima volta, in un’enorme piscina. Nonostante le promesse della giunta Raggi sulla pulizia dei tombini, con la famosa e tanto decantata operazione #tombinipuliti, la realtà è sotto gli occhi di tutti. Lo stesso sindaco Raggi, da consigliera dell’opposizione durante la consiliatura di Ignazio Marino, sarcasticamente consigliava di gonfiare i gommoni in caso di pioggia. Lo avrà consigliato anche adesso che governa Roma da oltre 2 anni? Raggi ammetta il fallimento della sua amministrazione chiedendo scusa ai romani e ponga rimedio se ne è in grado. Non è minimamente accettabile che la città si paralizzi ad ogni goccia di pioggia. D’altronde, è bene ricordarlo, la stessa Raggi aveva giustificato il no alle Olimpiadi 2024 con la necessità di occuparsi dell’ordinaria amministrazione. Dopo oltre 2 anni di amministrazione non si vede alcun risultato”. Così in una nota Giorgio Carra, delegato all’assemblea capitolina del Pd.