Ricerca: lo smog potrebbe aumentare il rischio di ammalarsi di demenza

MeteoWeb

Una ricerca condotta dal Population Health Research Institute presso la St George’s, University di Londra, insieme a esperti del King’s College London, ha rilevato che l’inquinamento da traffico urbano potrebbe aumentare il rischio di ammalarsi di demenza. Secondo lo studio, vivere nelle aree cittadine dove si registrano alti livelli di smog aumenta del 40% il rischio di demenza rispetto alle aree urbane meno trafficate.
Negli ultimi anni numerosi studi hanno evidenziato la possibilità di conseguenze dell’inquinamento sul cervello: in particolare, in questo nuovo studio sono stati coinvolti quasi 131 mila individui di età compresa tra 50 e 79 anni, tutti residenti nell’area metropolitana di Londra, e tale il campione è stato suddiviso in 5 sottogruppi in base al livello di inquinamento riscontrato nel quartiere di residenza.
Nel periodo oggetto di studio sono stati diagnosticati oltre 2100 casi di demenza tra i partecipanti: a parità di altri fattori influenti (gli stili di vita) coloro che abitavano in zone cittadine più inquinate mostravano un rischio di demenza del 40% maggiore rispetto alle persone residenti nelle aree meno interessate da smog.