Tecnologia: i problemi di connessione rischiano di rovinare una relazione su dieci

MeteoWeb

Oggi restare connessi è quasi un obbligo verso le persone a cui teniamo. Secondo uno studio[1] di Kaspersky Lab, essere online è una parte vitale dei nostri doveri verso la famiglia, gli amici e le persone care. I dati della ricerca per l’Italia mostrano che quando le persone non possono usare i propri dispositivi, la loro principale preoccupazione è che familiari e amici, a loro volta, saranno preoccupati per loro (58%) o che non saranno in grado di aiutare un membro della famiglia nel caso in cui succedesse qualcosa (50%).

Proviamo ad immaginare una situazione particolare: avete un appuntamento con il vostro partner per un anniversario importante, ma all’improvviso vi rendete conto di essere in ritardo. Avete bisogno di farglielo sapere – non volete che si senta non amato o abbandonato – ma proprio quando state per contattarlo, il vostro telefono si scarica. Siete rimasti senza connessione e sapete che il vostro importante anniversario si avvia verso un esito poco felice.

Le preoccupazioni relative al non essere connessi, e ciò che questo significa per le nostre vite amorose, sono spesso giustificate. Non avere una connessione funzionante può avere diverse conseguenze, dalla semplice mancanza dei dati (20%) fino a questioni più a lungo termine. Una persona su dieci (10%) ammette di poter avere problemi con i propri cari a causa del malfunzionamento del proprio dispositivo, di una batteria scarica o in caso di smarrimento o furto.

E non sono solo le relazioni a poter essere rovinate: molti di noi si sentono persi senza i propri dispositivi connessi, che aiutano nella gestione della nostra vita quotidiana. Tra i partecipanti al sondaggio che hanno avuto un problema legato alla connessione, il 14% dice di aver perso un’opportunità di lavoro o di formazione, il 15% ha avuto problemi ad orientarsi e uno su dieci (il 10%) ha mancato un appuntamento o un’occasione sociale, come un party, proprio perché i dispositivi non erano online.

Nonostante la dipendenza dall’essere sempre connessi, il 21% delle persone non fa nulla per mantenere i propri dispositivi funzionanti e online: solo il 34% controlla il livello di carica della propria batteria e solo uno su cinque (il 23%) controlla regolarmente lo stato di salute del proprio dispositivo.

“La connettività gioca un ruolo importante nella nostra vita quotidiana. Come mostrano i risultati della nostra ricerca, quando si trovano senza connessione, le persone vanno in tilt, perdono opportunità importanti, hanno problemi ad orientarsi per strada e si preoccupano di più per gli altri. Ciò che è chiaro è che non essere connessi può anche avere un impatto importante sulle nostre relazioni personali – se ci sentiamo “persi”, infatti, è il nostro cuore che può soffrirne. Quando l’atteggiamento delle persone nei confronti della sicurezza dei propri dispositivi è di noncuranza, è esattamente ciò che può accadere. Chi è in coppia si aspetta che l’altro risponda, i genitori si aspettano di sapere in tempo reale dove sono i loro figli e gli amici si aspettano di essere considerati. Proprio per questo è fondamentale adottare sempre più misure di sicurezza per proteggere al meglio i nostri dispositivi e per assicurarci di essere sempre connessi”, ha commentato Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab.

Kaspersky Security Cloud, ad esempio, è la soluzione per questi problemi. Grazie alla sua “Adaptive security”, gli utenti possono essere certi di avere i loro dispositivi sempre connessi, evitando di mettersi nei guai con i propri cari. Questa soluzione è in grado di adattarsi alle esigenze di connessione delle persone e, grazie alle sue diverse funzionalità, di aiutare gli utenti Mac, Windows, iOS e Android a vivere le proprie vite digitali senza rischiare di perdere la connettività quando è più importante averla. Per esempio:

  • Quando i figli sono fuori casa e avete bisogno di sapere se possono contattarvi – la nuova funzione Battery Tracker di Kaspersky Safe Kids è in grado di far sapere ai genitori se i propri figli possono connettersi oppure no, informandoli quando il livello di carica della batteria dei loro dispositivi si abbassa.
  • Quando improvvisamente non potete essere ad un appuntamento in tempo e non potete non avvisare – l’opzione Device Power Consumption indica la carica della batteria rimasta sul vostro dispositivo Android e il tempo disponibile prima che si esaurisca, in modo da mettervi nelle condizioni di avvisare per tempo chi vi sta aspettando.
  • Se avete perso il vostro dispositivo, e quindi non potete rispondere, potrebbe essere la fine della vostra relazione o della vostra carriera – la funzione Anti-Theft vi aiuterà a localizzare e ritrovare il vostro dispositivo Android, in modo da permettervi di mandare quel messaggio così importante per voi. Questo è possibile facendo partire un segnale sonoro, bloccando e localizzando il dispositivo e scattando anche una foto alla persona che lo sta usando.

[1] Il sondaggio Online or lost: our constant connection dependency di Kaspersky Lab è stato condotto su un campione di 11.250 utilizzatori di dispositivi connessi, circa 750 persone per ogni paese, di età compresa tra i 18 e i 60 anni, in 15 paesi in tutto: U.S.A., Messico, Colombia, Brasile, Belgio, Portogallo, Italia, Olanda, Turchia, India, Russia, Giappone, Australia, Singapore ed Emirati Arabi Uniti. I dati presenti nel comunicato stampa fanno riferimento al campione italiano.