Terremoti, Protezione civile: urge piano di evacuazione a Ischia

MeteoWeb

Dopo il sisma dell’agosto 2017, “sull’isola di Ischia stiamo ponendo le basi per la definizione di un piano di evacuazione della popolazione che non era previsto ma su cui vogliamo accelerare“: lo ha dichiarato il direttore generale della protezione civile Regionale Massimo Pinto in occasione del congresso internazionale “Cities on Volcanoes“, a Napoli.

Con l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia abbiamo avviato un’attivita’ di conoscenza perche’ bisogna definire l’evento tipo da prendere in considerazione per pianificare l’emergenza. Lo studio e’ stato consegnato dall’Ingv al Dipartimento per la Protezione Civile e lo sottoporremo alla Commissione nazionale grandi rischi. E’ stato realizzato prendendo in considerazione vari aspetti, compresi gli eventi sismici di tipo vulcanologico che caratterizzano Ischia, e su quello scenario si fara’ la pianificazione di emergenza che stiamo gia’ avviando viste le difficolta’ legate al fatto che si tratta di un’isola,” ha spiegato Italo Giulivo, direttore dell’area previsione e prevenzione dei rischi della Protezione civile. “Bisogna capire se lo scenario e’ che rinasce il monte Epomeo, quindi ci aspetta un’eruzione catastrofica che investirebbe tutta l’isola, o uno scenario con eruzioni piu’ piccole, che investono solo una parte di territorio. La preparazione dell’emergenza tiene conto anche del fatto che Ischia e’ un’isola turistica e quindi ci sono diversi tipi di scenario a seconda dei periodi dell’anno“.