Salute: test del Dna, Instagram e algoritmi per cibi su misura, svolta Nestlé

MeteoWeb

Utilizzare le ultime frontiere dei test del Dna, la passione di milioni di persone che socializzano le foto di ciò che mangiano su Instagram, e le possibilità dell’intelligenza artificiale e dei potenti algoritmi, per arrivare a creare diete personalizzare e cibi su misura. E’ la svolta ‘salutista‘ della Nestlé. Grazie alle nuove possibilità offerte dalla tecnologia e dai social network, la multinazionale ha sviluppato dei programmi sperimentali per raccogliere dati sulle nuove tendenze dei consumatori e intercettare i gusti del pubblico in fatto di alimentazione.
In Giappone – riporta l’Independent – già 100 mila utenti hanno aderito al programma ‘Nestlé Wellness Ambassador’, inviando foto di ciò che mangiano tramite un’app che poi suggerisce come modificare le abitudine alimentari. C’è poi un kit casalingo con un semplice test del sangue e del Dna che aiuta a identificare la suscettibilità delle persone per livelli di colesterolo e diabete troppo alti.
Questo tipo di approccio personalizzato è guidato da società più piccole – afferma Ray Fujii, esperto della società di consulenza giapponese Lek Consulting – Nestlé sta compiendo un ulteriore passo avanti: sta sviluppando un algoritmo che possa processare i risultati dei test con le informazioni genetiche e le soluzioni raccomandate. Se riusciranno a farlo sarà un grande passo in avanti verso un’alimentazione su misura”.
Il Nestlé Institute of Health Sciences sta lavorando sulle nuove frontiere della nutraceutica e ha sviluppato strumenti per misurare i livelli di elementi nutrienti nelle persone. “Tra dieci anni tutte le grandi aziende del settore – afferma Jon Cox, analista del Kepler Cheuvreux – dovranno fare i conti con un cambiamento delle abitudini alimentari dei consumatori che vogliono prodotti naturali e meno lavorati. Ma sopratutto non accetteranno più il cibo-Frankenstein creato in laboratorio con sostanze artificiali“.