Uva: il frutto settembrino ricco di virtù benefiche

MeteoWeb

L’uva non è solo l’ingrediente principale e gustoso per la produzione di vini. Tante, note e rinomate sin dall’antichità sono, infatti, le sue virtù benefiche. Ricca di sali minerali ( potassio, fosforo, magnesio, manganese, rame) e antiossidanti, in grado di contrastare efficacemente gli effetti nocivi dei radicali liberi, essa contiene zuccheri come fruttosoio e glucosio e preziose vitamine tra cui A, B e quelle del gruppo B. L’uva contrasta emorroidi, fragilità capillare , insufficienza venosa, è un ottimo rimedio naturale contro le emorragie, attenua i disturbi della menopausa, è antitumorale grazie al resveratrolo, in particolare nei confronti del tumore al colon e al seno. L’uva previene l’invecchiamento cutaneo, favorisce la digestione. L’ampeloterapia è disintossicante, ringiovanente, utile contro artrite, ritenzione idrica, gotta, stitichezza, disturbi digestivi.

Antibatterica, antinfiammatoria, riduce il colesterolo cattivo, evita la formazione di placche nelle arterie, fortifica le ossa, prevenendo l’osteoporosi, dona energia, rafforza il sistema immunitario, rendendolo più reattivo contro gli agenti patogeni,potenzia naturalmente la memoria. Come consumarla? Sotto forma di succo, al naturale, in deliziose macedonie, marmellate, vino o vin cotto.