Allarme per il vaiolo delle scimmie: primo caso registrato in Europa

MeteoWeb

Allarme nel Regno Unito per il primo caso di vaiolo delle scimmie, in un paziente proveniente dalla Nigeria: secondo i media britannici, si tratta del primo caso registrato finora in Europa.
La rara malattia virale sarebbe stata rilevata sabato scorso in un ufficiale della Marina nigeriana di stanza presso una base navale in Cornovaglia.
Gli esperti di Public Health England ritengono che l’uomo abbia contratto il virus in Nigeria, prima di partire per l’Europa.
L’uomo è stato ricoverato nel reparto di malattie infettive del Royal Free Hospital di Londra.

La malattia, identificata per la prima volta nell’uomo nel 1970, nella Repubblica Democratica del Congo, si è poi diffusa nel continente principalmente attraverso scimmie infette. Non si trasmette facilmente e la maggior parte dei pazienti – salvo casi particolari –  si riprende in poche settimane: i sintomi iniziali sono febbre, mal di testa, dolori muscolari, linfonodi ingrossati e spossatezza; successivamente si manifesta un rush cutaneo, con bolle che compaiono inizialmente sul viso, e poi sul resto del corpo.