Ambiente, Filippine: riaperta l’isola di Boracay, regole severe

MeteoWeb

E’ di nuovo consentito ai turisti l’accesso all’isola di Boracay, nelle Filippine, che ha riaperto con regole stringenti dopo 6 mesi di chiusura decisa dal presidente Rodrigo Duterte per proteggere le bellezze naturali.
Col tempo l’isola era divenuta vittima di turismo di massa, da due milioni di visitatori l’anno: una pressione eccessiva per il suo delicato ecosistema.
Secondo nuove disposizioni, sul lungomare non è più ammessa la presenza di massaggiatori, venditori e costruttori di castelli di sabbia, usati per fare le foto. Vietati tutti gli sport acquatici, tranne il nuoto.
Alcuni edifici sono stati abbattuti e i negozi spostati. Molti hotel e ristoranti sono stati chiusi e solo 160 strutture turistiche sono state autorizzate a riaprire i battenti.
Prevista anche una quota di presenza massima di turisti (19.200), meno della metà di quelli che in massa raggiungevano l’isola prima di aprile.