“Facebook potrebbe crollare”: Instagram e Messenger alla ribalta, future ancore di salvezza?

MeteoWeb

Quando Facebook ha acquistato Instagram per 1 miliardo di dollari nel 2012, sembrava un grande rischio per una piccola app che ancora non aveva dimostrato tutto il suo potenziale. 6 anni dopo, quella piccola app, insieme a Messenger e Whatsapp, sta facendo da ancora di salvezza a Facebook per un futuro che potrebbe vedere il suo servizio principale ai margini. Senza dubbio, Facebook oggi domina nei social media e questo non è qualcosa che cambierà a breve. Tuttavia, con i problemi apparentemente infiniti della compagnia sulle intromissioni nelle elezioni, sulla disinformazione, sulla privacy e sui discorsi di incitamento all’odio, sta iniziando a prendere piede l’idea che Facebook possa non essere sempre al top.

Facebook potrebbe crollare”, dichiara David Kirkpatrick, che nel 2010 ha scritto un libro sulla storia del social. In una recente intervista ha affermato che la questione delle elezioni potrebbe allontanare gli inserzionisti. Non nell’immediato, ma potrebbe succedere, ha sostenuto. Al momento, Facebook è un “vulcano” social e di pubblicità. Ha 2,23 miliardi di utenti, un numero destinato a crescere ancora. Per il 2018 gli analisti di Wall Street stimano introiti per 55 miliardi di dollari, con  il 16% degli introiti pubblicitari portati da Instagram.

utenti facebook messengerInstagram, infatti, sta diventando il servizio di social media di punta per molti brand per interagire con i consumatori. Facebook sta lavorando sodo per assicurarsi che anche Messenger e in seguito Whatsapp diventino business redditizi. La compagnia ha annunciato i piani per rendere l’app di Messenger più semplice e facile da utilizzare e il nuovo design chiarisce la volontà di dare sempre più importanza ai messaggi e alle pubblicità delle aziende. Questi messaggi al momento si trovano tra i messaggi degli amici. Il nuovo Messenger, invece, propone una “dark mode” che permette alle persone di passare a testi bianchi su uno sfondo nero. Avrà meno schede rispetto alle 9 di prima: saranno solo “chat”, “persone” e “scopri” per connettersi con le aziende, seguire le news o giocare.

facebook messenger chiamateFacebook sta lavorando per spingere persone e aziende in questa direzione, convincendole che chattare su Messenger è più efficiente che mandare email, chiamare o twittare ad una compagnia aerea, ad un negozio di abbigliamento o alla propria banca. Considerando che le persone usano Messenger e non Facebook per queste interazioni, significa che Messenger è più importante di Facebook? Dal momento che non è più necessario avere un account Facebook per avere Messenger, un giorno forse sì. Dopotutto, le persone (soprattutto i più giovani) usano sempre meno Facebook. Una recente ricerca del Pew Research Center ha dimostrato che poco più della metà degli adolescenti utilizza Facebook, mentre il 72% utilizza Instagram.