Festa dei Nonni: l’80% si occupa dei nipoti ogni giorno fino a 13 anni

MeteoWeb

L’80% dei nonni italiani (più di 10 milioni) si occupa quotidianamente di 2 nipoti su 3, di età inferiore a 13 anni: lo ha dichiarato all’AdnKronos Salute il pediatra Italo Farnetani, professore ordinario alla Libera università degli Studi di scienze umane e tecnologiche di Malta, alla vigilia della Festa dei nonni che si celebra domani.
Oltre 5 milioni di bambini vengono affidati ai nonni mentre i genitori lavorano o hanno altri impegni: nel 70,9% dei casi i bimbi hanno dai 3 a 6 anni; nel 68,3% dei casi hanno invece da 0 a 3 anni.
I nonni sono in prima linea, anche quando sono in casa. Infatti, il maggior numero di incidenti avviene fra le mura domestiche, soprattutto in cucina. Ma i nonni sono molto attenti con i nipoti, e hanno un’esperienza consolidata, pertanto i nipoti sono al sicuro. Se poi in genere due terzi degli incidenti sono causati dalla disattenzione degli adulti, i nonni hanno più tempo dei genitori e li tengono d’occhio di più. L’unico consiglio a nonni e nonne è di usare sempre gli occhiali, soprattutto quando devono somministrare le medicine,” spiega Farnetani.

Gli “over 60” si occupano dei nipoti anche quando questi sono malati: un impegno che riguarda 1 milione di nonni, cioè il 9,3% del totale, per 200 milioni di ore, determinando un risparmio di 2 miliardi di euro l’anno.

L’altissimo valore del risparmio economico è quello che colpisce maggiormente, ma la lettura più importante è quella dell’impatto affettivo e psicopedagogico dei nonni, pertanto è necessario coinvolgerli nei processi formativi familiari, in modo da comunicare loro i comportamenti giusti per essere modelli affettivi, storici ed educativi per i nipoti e per poter cooperare così alla formazione della persona, ma in sinergia con i genitori“, spiega l’esperto.