L’Alluvione di Ginosa del 2013 e la fragilità del territorio: dalla pericolosità al rischio

MeteoWeb

Discutere dell’evento alluvionale avvenuto a Ginosa nel 2013, degli interventi per la mitigazione del rischio, della prevenzione e gestione del territorio, dei rischi da pericoli naturali, della difesa e della tutela del territorio, questi gli argomenti cardine del convegno “La fragilità del territorio: dalla pericolosità al rischio – Azioni di prevenzione e gestione” evento che si svolgerà il 9 ottobre 2018, presso il Teatro comunale Alcanicés di Ginosa (Ta).

Il convegno organizzato dall’Ordine dei geologi (Org) della Puglia, dal Comune di Ginosa e dalla Società italiana di geologia ambientale (Sigea) in collaborazione con l’Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della Provincia di Taranto, e con il patrocinio del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare (Mattm), dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), dell’Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino meridionale (AdB Dam), della Regione Puglia, del Politecnico di Bari, dell’Università degli studi di Bari, dell’Ordine dei geologi di Basilicata, dell’Ordine degli ingegneri della Provincia di Taranto, è stato programmato dopo cinque anni dall’evento alluvionale che nell’ottobre 2013 interessò Ginosa causando 4 vittime ed ingenti danni alle infrastrutture poste in prossimità dell’alveo di piena dei corsi d’acqua esondati.

Un evento meteorologico eccezionale quello del 2013 che colpì duramente il territorio dell’arco ionico occidentale e in particolare il Comune di Ginosa e che vide, all’indomani del disastro, la sottoscrizione di uno specifico protocollo tra l’Ente locale e l’Org della Puglia, nell’ambito dell’intesa con la Protezione Civile della Regione Puglia. Il Presidente dell’Ordine dei geologi della Puglia, Salvatore Valletta, pose subito all’attenzione della V^ Commissione Consiliare “Ambiente-Assetto del Territorio” la necessità della presenza della figura del professionista geologo nelle strutture tecniche, finalizzata al superamento delle criticità sul territorio ed alla corretta mitigazione del rischio auspicando un coordinamento forte con il coinvolgimento dei Comuni per un approccio sistemico al dissesto idrogeologico. Istanze che rivestono ancora tutta la loro attualità.

Vito Parisi, Sindaco di Ginosa parlando dell’evento, ha dichiarato: “Questo incontro monotematico ricade in una data simbolica, a cinque anni dall’evento alluvionale del 6-7 ottobre 2013 che colpì gravemente il territorio di Ginosa. L’appuntamento costituirà una importante occasione di confronto e aggiornamento dello stato dei lavori con esperti del settore, enti preposti, amministratori dei Comuni interessati e cittadini. Non a caso, questa Amministrazione ha intrapreso una prioritaria azione politica volta alla mitigazione del rischio presentando, nel mese di maggio 2018, ben 9 progetti sulla mitigazione del rischio geologico, idrogeologico e geomorfologico su tutto il territorio di Ginosa e Marina di Ginosa”.

Un evento, costituito da due sessioni di interventi di approfondimento tecnico-scientifico e una tavola rotonda moderata da Vera Corbelli – Segretario Generale dell’AdB Dam, in cui si parlerà di come tutelare il nostro territorio e questo in virtù anche del cambiamento climatico in atto, di come mettere al centro della gestione la prevenzione e la riqualificazione territoriale, di quali siano gli strumenti di comunicazione per divulgare consapevolezza e creare coscienza critica diffusa.