Salute, ecco perché ci si ammala con il cambio di stagione

MeteoWeb

Il meteo cambia e puntualmente si ripete sempre la stessa storia: cambio di stagione nell’armadio, termostato acceso, bevanda stagionale di cui tutti parlano e all’improvviso sei ammalato. Perché la nuova stagione porta sempre con sé tosse e starnuti? La risposta è semplice: i virus amano il freddo.

Potrebbe sembrare che emerga sempre la stessa malattia ogni volta che il meteo cambia ma, in realtà, il colpevole dei nostri malanni varia durante il corso dell’anno. I due virus principali che causano il comune raffreddore sono il rinovirus e il coronavirus, che proliferano nelle condizioni fredde tipiche dei cambi stagionali.

In inverno, tuttavia, è più probabile contrarre l’influenza, i cui virus parenti hanno già colpito 200mila italiani in questa stagione. Il modo in cui viene costruito il virus influenzale gli permette di moltiplicarsi e diffondersi in maniera più efficace quando l’aria è fredda e asciutta. In uno studio del 2008 pubblicato su Nature Chemical Biology, i ricercatori hanno scoperto che a temperature leggermente sopra lo zero il virus mantiene un rivestimento esterno simile ad un gel che lo aiuta a resistere e a viaggiare da persona a persona. Questo “rivestimento” inizia a sciogliersi intorno ai 22°C, il che ha senso se si considera che per infettare una cellula del nostro corpo questo rivestimento deve svanire. Ma questo significa anche che il virus è meno protetto all’aria aperta quando le condizioni meteorologiche sono più calde. Sia con l’influenza che con il comune raffreddore, una volta che si prende un certo ceppo per la prima volta, generalmente si è immuni da esso per il resto della stagione.

influenzaMa cosa succede quando dalla primavera si passa all’estate? È molto diverso. I tipi di pollini e altri allergeni che riempiono l’aria quando arriva l’estate possono creare naso chiuso e altri problemi respiratori. Questo può portare ad ammalarsi, poiché le cavità nasali e i polmoni irritati sono più vulnerabili all’infezione.

Infine, l’idea di prendere un raffreddore a causa del tempo freddo è in realtà solo un mito. Sono tutte le circostanze che circondano il tempo freddo (aria asciutta che irrita le membrane mucose e il maggior tempo trascorso in casa in contatto con persone che potrebbero essere ammalate) che porta ad ammalarsi. Per proteggersi, assicuratevi di lavarvi le mani frequentemente, di dormire e fare attività fisica a sufficienza e di fare un vaccino antinfluenzale ogni anno.