Terremoto Sicilia, scossa nel Catanese: il presidente Musumeci, “pochi contusi e chiusi 2 edifici sacri”

MeteoWeb

Sto seguendo costantemente, attraverso la Protezione civile regionale che si e’ subito attivata, il lavoro di ricognizione che si svolge nell’area etnea a seguito della scossa di terremoto della scorsa notte. Dai primi accertamenti non risultano danni alle persone, tranne pochi contusi, ma soltanto ad alcuni fabbricati nella zona fra Biancavilla e Santa Maria di Licodia. E’ stata disposta la momentanea chiusura di due edifici sacri, in attesa di ulteriori e approfondite verifiche. In mattinata, il capo della Protezione civile regionale Calogero Foti sara’ a Biancavilla per un incontro operativo con i sindaci della zona“: lo spiega in una nota il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, in riferimento al magnitudo 4.6, verificatosi alle 02:34, con epicentro a un km da Biancavilla, in provincia di Catania.