Allerta Meteo Estofex, ancora maltempo in Italia: rischio frane con 50 mm di pioggia in 24 ore, particolare attenzione in Puglia per alluvioni lampo e tornado

Allerta Meteo – Settimana iniziata ancora una volta all’insegna del maltempo in Italia ed Estofex (European Storm Forecast Experiment) emette un’allerta meteo di livello 1 per il Sud-Est della nostra penisola, e in particolare per la Puglia, principalmente per alluvioni lampo e, in misura minore, per tornado non supercellulari.
Livello di allerta 1 anche per Spagna nordorientale e Francia meridionale per alluvioni lampo e, in misura minore, grandine di grandi dimensioni e forti raffiche di vento, sia sulle aree costiere che su quelle interne.
Livello 1 per il Golfo di Biscaglia meridionale e la costa settentrionale della Spagna per forti raffiche di vento.
Livello 1 anche per il Nord dell’Iraq, principalmente per alluvioni lampo e, in misura minore, per grandine di grandi dimensioni e forti raffiche di vento.
Tutte le allerte si intendono formalmente valide fino alle 7 (ora italiana) di domani, martedì 6 ottobre.

Un blocco ad omega si è stabilito sull’Europa orientale con il centro dell’alta pressione sulla Bielorussia. Una depressione amplificata dall’Atlantico irrompe, invece, sulla Spagna. I resti della goccia fredda dell’Italia, responsabile di uno degli innumerevoli e gravi episodi di forte maltempo in Sicilia nelle scorse ore che ha provocato numerose vittime, vengono trasportati verso nord dal flusso meridionale. Davanti a questi resti, una massa d’aria estremamente calda  con temperature a 850hPa di 16°C e forti lapse rates viene spostata sui Balcani e verso l’Europa centrale e gli stati baltici. L’attività temporalesca sarà principalmente confinata a parti dell’area mediterranea, dove ancora un’abbondante umidità permette di avere indici CAPE nell’ordine di diverse centinaia di J/Kg.

Italia e Balcani

allerta meteoUn’aria mite e leggermente instabile rimane in essere su quest’area, ma lo shear verticale del vento è più debole rispetto ai giorni precedenti. Il flusso meridionale provoca ancora precipitazioni con la possibilità di convezione dove l’aria è costretta e muoversi a terra, per esempio in alcune parti delle Alpi meridionali, delle Alpi liguri, della costa centro-occidentale italiana e lungo la costa balcanica settentrionale. Il rischio di temporali è più alto lungo i resti di un fronte freddo in stallo sull’Adriatico e sullo Ionio, ma che si sta lentamente dissolvendo.

In Puglia esiste il rischio limitato di alluvioni lampo, con ripetuti round di tempeste che si muovono verso la terraferma. Questi motivi giustificano l’allerta meteo di livello 1. Inoltre, lungo la zona di convergenza potrebbe formarsi qualche tromba marina. Le tempeste sull’Adriatico rimarranno prevalentemente al largo, quindi Estofex ha ritenuto che non fosse necessaria un’allerta per questa zona.

Nelle altre aree citate, i quantitativi di precipitazioni previsti nell’ordine di 50 mm in 24 ore potrebbero ancora causare problemi con le frane, soprattutto nelle aree recentemente colpite dalle ultime alluvioni e dagli episodi di forte maltempo. Tuttavia, è prevista solo un’instabilità superficiale se non del tutto assente, motivo per il quale aree più estese non hanno ricevuto un’allerta meteo.

Attenzione, quindi, al maltempo che continua a mietere vittime con eventi di forte intensità, sono 37 in un solo mese. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale:

 

allerta meteo estofex 5 6 novembre